Commenta

Stati generali scuola, Beretta:
'Assessore lasci la partita a
qualcuno che riesca a gestirla'

“Ho stima personale per l’assessore Galmozzi, ma forse il suo peso in Giunta è cambiato. Forse è il caso che la partita sugli Stati Generali venga affidata a qualcuno in grado di gestirla”. E’ il commento del consigliere forzista Simone Beretta dopo aver preso visione della mozione presentata da Anna Acerbi (Pd) in seguito al ritiro della propria da parte della Lega.

“L’assessore all’Istruzione aveva annunciato più volte la volontà di convocare gli stati generali, salvo poi non farlo e lasciare la cosa in mano ad altre forze politiche (Lega, ndr)”. Dopo l’ultima votazione del Consiglio provinciale, nel quale fu il sindaco di centrosinistra di Rivolta a far saltare l’accordo sull’autonomia dello Stanga, la Lega ha prsentato una mozione in Consiglio a Crema affinché venissero convocati entro settembre. “Andrea Agazzi aveva trovato una mediazione che il capogruppo Pd Bassi ha fatto saltare all’ultimo minuto”.

E’ una critica severa quella che avanza Beretta: “Siamo ancora indefiniti rispetto al quadro scolastico provinciale dove Crema non riesce a centrare gli obiettivi. E ciò che lascia perplessi è che sia Crema che Cremona sono in mano al centrosinistra da anni. Sarebbe meglio che se le dessero di santa ragione in privato e uscissero poi con una proposta unitaria”.

E a proposito di unità, per il forzista la questione del riordino andrebbe gestita a livello territoriale, “tutti insieme. E’ giunto il momento che la politica torni ad avere la P maiuscola e scelga indipendentemente dalle volontà dei dirigenti”.

Ora la mozione è stata presentata dalla Acerbi: “Una mozione ‘fuffa’, che rimanda soltato il problema e prende tempo. Per altro, giunta appena dopo il mio annuncio di volerne presentare una al riguardo”. “Presenteremo gli emendamenti – ha aggiunto Beretta – per garantire tempi certi e obiettivi certi”.

Ambra Bellandi

 

© Riproduzione riservata
Commenti