Commenta

Il 5 giugno 205° anniversario
della Fondazione
dell’Arma dei Carabinieri

Nella giornata del 5 giugno alle 9.30, si celebrerà il 205° anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, presso la Caserma S. Lucia, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Cremona,

La Festa si aprirà con una breve ma solenne cerimonia militare, quale momento di celebrazione dei sentimenti e valori che ispirano l’operato quotidiano dei Carabinieri.

Successivamente il Comandante Provinciale di Cremona, traccerà un quadro sull’attività svolta dall’Arma, procedendo alla premiazione di alcuni militari che, con abnegazione e professionalità, si sono distinti nelle attività quotidiane.

Una vicinanza quella dei Carabinieri alla cittadinanza, vissuta in modo esclusivo con uno straordinario legame con il territorio, oggi affidato a 103 Comandi Provinciali, 536 Comandi di Reparto Territoriale e Compagnia, 65 Tenenze e ben 4500 Stazioni, cuore della nostra organizzazione e tra i simboli più antichi e amati dello Stato italiano.

Anche i Carabinieri di Cremona hanno partecipato con il massimo impegno ad incrementare con le loro attività quotidiane e con numerosi interventi, la vicinanza alle comunità della provincia, cercando di comunicare sicurezza al cittadino, spesso dimostrato grande generosità, senso di umanità e prodigandosi ben oltre il normale limite del dovere da assolvere. “A tal proposito è bene ricordare l’iniziativa denominata “Ascoltiamoci”, che si è prefissa come obbiettivo primario e allo stesso tempo molto significativo, di istaurare un dialogo diretto e parto con i cittadini, in particolare agli anziani e quelli compresi nelle fasce cosiddette più deboli, persone spesso più coinvolte anche nei tentativi di truffa domiciliare” fanno sapere dal comando.

“Sono stati perciò organizzati una serie di incontri aperti al maggior numero di utenti possibile e destinati a fornire, una serie di consigli utili in relazione a numerosi argomenti, che spazieranno dalle modalità di rilascio per acquisire il porto d’armi, alla prevenzione dei reati predatori, alle informazioni circa l’allacciamento al 112, alla violenza di genere, allo stalking, agli stupefacenti nelle scuole e nei confronti dei minori, al bullismo, ma soprattutto ai consigli per difendersi dalle truffe e dai raggiri che oramai avvengono nei modi più incredibili”.

Numerosi e quotidiani sono stati in questi mesi gli interventi dei militari in tutta la provincia per sventare episodi suicidari da parte di soggetti, anche minori, colti da momenti di forte sconforto. A tal proposito basti ricordare l’episodio del 15 aprile scorso, quando in piena notte, un equipaggio del Nucleo operativo Radio Mobile era intervenuto in via Cimitero dove un 34enne, aveva tentato il suicidio, ma era stato salvato dagli uomini dell’Arma.

E ancora, il 10 maggio, quando erano intervenuti in Piazza Stradivari convincendo un uomo che voleva lanciarsi dal tetto della Camera di Commercui a desistere dai propri propositi suicidi. Senza dimenticare l’episodio del 20 marzo scorso, quando l’intervento dei Carabinieri fu essenziale per salvare le due classi di scuola media sequestrate dall’autista del pullman.

La cerimonia si svolgerà alla presenza di una rappresentanza di militari in servizio e dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo della provincia di Cremona, che svolge una sensibile ed importante azione di supporto sociale e di protezione civile, quale espressione concreta dello spirito dell’Arma a favore del cittadino, anche fuori dal servizio attivo, e dei familiari di militari dell’Arma deceduti in servizio.
Sarà letto anche il messaggio augurale del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del giorno del Comandante Generale dell’Arma.

© Riproduzione riservata
Commenti