Commenta

Europee in provincia di
Cremona: Lega oltre il 46%,
M5S e FI sotto il 10%

Foto Sessa

AGGIORNAMENTO – L’affluenza in provincia di Cremona alle Europee  è stata del 68.65%, in diminuzione rispetto al 2014 quando era stata di quasi il 71%. La Lega si conferma ai massimi storici con il 46,5%, mentre Forza Italia e Movimento 5 Stelle scendono sotto il 10. Crescita di Fratelli d’Italia e Pd, rispettivamente al 5,71 e al 20,41. Qui sotto i risultati diffusi in mattinata dal Ministero degli Interni. Sotto la soglia di sbarramento i partiti con meno del 4%. La prima cifra indica il numero di voti, la seconda la percentuale.

LEGA SALVINI PREMIER 86.705 46,49%

PARTITO DEMOCRATICO 38.062 20,41%

FORZA ITALIA 17.680 9,48%

MOVIMENTO 5 STELLE 16.621 8,91%

FRATELLI D’ITALIA 10.651 5,71%

+EUROPA ITALIA IN COMUNE PDE ITALIA 3.981 2,13%

EUROPA VERDE 3.699 1,98%

LA SINISTRA 2.696 1,45%

PARTITO COMUNISTA 1.747 0,94%

PARTITO ANIMALISTA 1.097 0,59%

POPOLO DELLA FAMIGLIA – ALTERNATIVA POPOLARE 855 0,46%

CASAPOUND ITALIA – DESTRE UNITE 855 0,46%

POPOLARI PER L’ITALIA 798 0,43%

PARTITO PIRATA 423 0,23%

FORZA NUOVA 378 0,20%

AUTONOMIE PER L’EUROPA 272 0,15%

Ieri sera durante la diretta di Cremona 1 iniziata alle 22.30, gli ospiti Luciano Pizzetti e Simone Bossi (deputato del Pd il primo, senatore della Lega il secondo), hanno commentato in diretta gli exit poll da cui emergeva l’avanzata della Lega, l’arretramento del M5S  e la ripresa del Pd. Un risultato, seppure parziale, che faceva dire a Pizzetti che il governo ha i giorni contati: “la Lega è troppo forte, il governo cadrà prima della prossima finanziaria”. Scenario smentito da Bossi, “il governo va avanti”. Pizzetti ha poi evidenziato l’elemento caratterizzante del centrodestra, nella sua capacità di aggregare più partiti e al contrario la situazione in cui si trova il Pd, che ancora non ha avviato la costruzione di alleanze attorno a sé. Una situazione che ha caratterizzato da sempre il Partito democratico anche nelle sue precedenti vesti di Pds e poi Ds. “Se non ci si rende conto di questo – il commento di Pizzetti, quasi un monito al suo stesso partito che ha di recente eletto il nuovo segretario – la situazione non cambierà”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti