Commenta

MagicaMusica:
sold out
a Pescara

Otto ore di viaggio per seminare emozioni e raccogliere meraviglia, anche in Abruzzo. L’Orchestra MagicaMusica, diretta dal Maestro Piero Lombardi, sfida le distanze e trionfa, facendo il tutto esaurito, anche al Teatro Massimo di Pescara, in occasione del magico concerto, organizzato dall’associazione “Falcone e Borsellino onlus”, ideatrice del Premio Nazionale Paolo Borsellino, sostenuto dalla Fondazione Pescarabruzzo e patrocinato dal MIUR, che si è tenuto sabato 18 maggio.
Pochi attimi sono bastati ai ragazzi per entrare in sintonia con il pubblico e trascinarlo nel loro fantastico mondo, fatto di divertimento ed autenticità. «La musica di questa splendida orchestra – racconta Alessandra Di Pietro, dirigente scolastica dell’Istituto Alberghiero De Cecco di Pescara – trasmette un messaggio di inclusione importante, che supera barriere e pregiudizi. Il talento che questi musicisti mostrano con entusiasmo ed impegno ci insegna che la disabilità non esiste perché tutti hanno delle abilità che la scuola ha il dovere di valorizzare». Ad ascoltarla, oltre a varie associazioni operanti nel terzo settore, anche diversi rappresentanti del mondo della scuola. «Oltre a voi – prosegue, rivolgendosi ai magici ragazzi – questa sera anche il mondo della scuola, che da sempre si impegna per costruire un futuro inclusivo e migliore, si sente davvero protagonista». E, durante la serata, lo è diventato, affidandosi alle voci dei settanta alunni della scuola primaria dell’Istituto comprensivo Pescara 8, diretti dall’insegnante Giusi Tatone, che hanno accompagnato l’Orchestra nella parte finale del concerto.
L’ingenuità e l’entusiasmo dei piccoli cantanti hanno abbracciato la professionalità e l’emozione del gruppo castelleonese, dando vita ad un’atmosfera davvero magica. «Per la nostra comunità – commenta Nicoletta De Gregorio, Presidente della Fondazione Pescarabruzzo – è stata una serata indimenticabile. Grazie per averci regalato questo speciale inno alla vita, che ci insegna a vivere con il sorriso, oltre gli ostacoli».
«Siamo noi a ringraziare voi – ha risposto prontamente il Maestro Lombardi – per averci dato l’occasione di esibirci in un teatro così bello e colmo di persone che desideravano trascorrere con noi momenti speciali. Dopo aver conseguito il Premio Nazionale Paolo Borsellino lo scorso anno, volevamo dimostrare ciò che siamo su un palco e farvi ascoltare un po’ della nostra musica. Grazie per tutte queste emozioni, siamo felici di aver conquistato anche i vostri cuori». Poi, voltandosi verso i suoi musicisti e i tanti bambini presenti, ha lasciato parlare di nuovo la musica, quella che non conosce differenze e valorizza tutti. Oltre ogni pregiudizio.

© Riproduzione riservata
Commenti