Commenta

Trofeo Dossena:
il 13 maggio il Galà. Premi
a Di Biagio e Lombardo

Presso la sede del Comitato organizzatore in via Solera, ufficializzate dal presidente Angelo Sacchi le date e le compagini che si disputeranno la 43esima edizione del Trofeo Dossena, riservato alla categoria Under 19 e la 33esima edizione del Trofeo “Poletti”, riservato alla categoria Pulcini 2008. Le partite si giocheranno da mercoledì 29 maggio a lunedì 3 giugno, mentre lunedì 13 maggio al San Domenico, il consueto Galà di presentazione, affidato a Marco Civoli e Cristina Firetto.

Le squadre. Assenti le milanesi e l’Atalanta, ci saranno: Brescia, Chievo, Cremonese, Rappresentativa nazionale under 18 LND, Spal, Rappresentativa Cremasca e per quanto riguarda le squadre estere, F. C. Gois dal Giappone e Olimpia Ljublijana dalla Slovenia. Undici i campi che ospiteranno i match, dal Voltini, scenario della gara inaugurale e delle finali, ai terreni di gioco della provincia: Capergnanica, Cremona, Sergnano, Soresina, Soncino, Vaiano Cremasco. Confermando la scelta consolidata di portare il torneo fuori dai territori provinciali, alcune partite della fase a gironi si disputeranno ad Asola (MN), Calcio (BG), Caravaggio (BG) e Dello (BS).

Le Stelle. Nella serata del Galà di presentazione, l’occasione per vedere sul palcoscenico illustri ospiti e applaudire le eccellenze sportive del territorio, big e sportivi esemplari per altruismo e solidarietà. Per quanto riguarda il premio “Giorgio Giavazzi – Stelle del Dossena”, al ct della nazionale italiana under 21, Luigi Di Biagio, al Dossena da giocatore nel ’92 con la nazionale di serie C allenata da Roberto Boninsegna, il premio Stella del Presente. AAttilio Lombardo, neo assistente tecnico di Roberto Mancini sulla panchina azzurra, vecchia conoscenza cremasca, nonché presente da giocatore al Dossena con il Pergocrema nel 1983 e nel 1985, va la Stella del Passato.

Dossena e calcio femminile. Al “Dossena” sempre più rosa: non solo per il binomio con la Gazzetta, ma anche per la partita che precederà mercoledì 29 maggio, il match inaugurale del torneo. Considerando l’entusiasmo crescente per il calcio femminile, come testimoniato dai 40mila dello Juventus Stadium, in occasione della gara scudetto della formazione bianconera, al Voltini nel tardo pomeriggio, del 29 maggio, la sfida tra Chievo e Atalanta, entrambe protagoniste nell’ultimo campionato di A femminile. E l’attenzione verso il calcio in rosa ci sarà anche nella kermesse del 13 maggio, quando sarà premiata la diciottenne Asia Bragonzi, montodinese e astro nascente del calcio femminile, protagonista nella Juventus Women, sia nella formazione Primavera, che in prima squadra recentemente vittoriosa in campionato e in coppa Italia.

Gli altri premi. Condivisa con “La Gazzetta dello Sport”, partnership storica del “Dossena”, la scelta di proseguire con la dedica di un premio alla memoria di Daniele Radaelli, apprezzato maestro di giornalismo alla Rosea, e amico del Dossena. Un giornalista attento al sociale ed anche per questo, la scelta di premiare Gianni Maddaloni, avamposto della legalità attraverso lo sport, con la sua palestra nel cuore di Scampia. Gianni, non è solo un maestro di judo, ma anche il papà di Pino, oro olimpico a Sydney 2000, Laura 13 volte campionessa italiana e Marco, due volte campione europeo. Tra i premiati, spazio alla Vanoli Cremona del ct azzurro Meo Sacchetti, vincitrice della coppa Italia di basket e all’AC Crema non vedenti, che ha bissato lo scudetto dello scorso anno.

Il Poletti. Per la 33esima edizione del trofeo “Luigi Poletti”, con la collaborazione del CSI Crema, si sfideranno: AC Crema, Acc. Pergolettese, Albacrema, Iuvenes Capergnanica, Luisiana, Offanenghese, Sergnanese e Standard.

Le assenze. Dopo undici anni mancherà al Galà di presentazione il giornalista Luigi Garlando, che proprio sul palco del San Domenico avrebbe dovuto parlare con Arrigo Sacchi del libro “La coppa degli immortali”. Proprio in quella data i due presenteranno il libro al Salone Internazionale di Torino. Ma dal Comitato organizzatore, fanno sapere che nel prossimo futuro potrebbe esserci comunque spazio per la presenza in città di entrambi i protagonisti.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti