Commenta

Varata Magica Vela, barca
simbolo di amicizia, sport
e sostenibilità ambientale

Il meteo uggioso di ieri – giovedì 25 aprile – non ha fermato i sostenitori di “Magica Vela”, la nuova deriva biposto dalle vele gialle come il sole proveniente dall’Australia e fortemente voluta dall’Associazione Vela Crema con base nautica a Moniga del Garda. E proprio al porto vecchio di Moniga, ieri pomeriggio è stata varata la deriva modello Hansa 303 che permetterà a tante persone con disabilità fisica o psichica di avvicinarsi al piacere della vela, grazie al progetto “Vela x Tutti” e al sostegno economico dei Rotary Club di Crema e Soncino-Orzinuovi.

Si tratta di una piccola imbarcazione barca biposto lunga circa tre metri, divenuta in tutto il mondo simbolo di socializzazione e integrazione sportiva attraverso la vela. Un’esperienza unica ed emozionante, di contatto diretto con il lago, il vento e la natura in generale. Alla cerimonia del varo hanno partecipato il sindaco e vicesindaco di Moniga, Lorella Lavo e Renato Marcoli, il parroco don Giovanni Berti, il presidente della XIV zona Fiv (Federazione italiana vela) Rodolfo Bergamaschi e il consigliere nazionale Fiv Domenico Foschini, la presidente di Asso Vela Crema Britta Sacco con Sergio Pariscenti, istruttore federale e responsabile tecnico della Associazione vela Crema), il presidente della onlus Sailability Maurizio De Felice e per i Rotary Marco Pontoglio Bina, consigliere distrettuale Rotary “azione interesse pubblico”, Ugo Nichetti governatore nominato per l’anno rotariano 2020/2021 (capo del Rotary per le province di Brescia, Mantova, Cremona, Piacenza, Lodi e Pavia), i presidenti del Rotary Club di Crema e Soncino-Orzinuovi, rispettivamente Alfredo Fiorentini ed Enzo Montini e Marcello Palmieri, alla guida della commissione Disabilità – Distretto Rotary 2050 e promotore dell’iniziativa.

Dopo gli interventi delle autorità e la benedizione, “Magica Vela” ha preso il largo tra gli applausi del pubblico, guidata da Luca Miffizzoli, giovane velista di Moniga, accompagnato da un istruttore di Asso Vela Crema.  Come ha sottolineato il consigliere nazionale Fiv Domenico Foschini, «questa barca è già simbolo di integrazione sportiva e di una straordinaria collaborazione. L’augurio è che sia l’inizio di grandi imprese, quindi buon vento a tutti!»

«Grazie al generoso contributo dei due Rotary Club – ha commentato Britta Sacco, presidente dell’Associazione Vela Crema – il nostro circolo velico ha raggiunto un ambizioso traguardo, che si era prefissato da tempo, ovvero quello di riuscire a portare in barca a vela anche i disabili e insieme a loro accompagnatori normodotati. Un progetto socio-sportivo legato alla promozione e all’insegnamento dello sport della vela e finalizzato all’integrazione».
Il progetto si realizza grazie alla generosità dei soci dei Rotary Club Crema e Soncino-Orzinuovi, presenti in gran numero all’evento inaugurale, e alla partecipazione di Rotary Foundation.

© Riproduzione riservata
Commenti