Commenta

Nutrie, replica di Galmozzi
e Gramignoli a Coti Zelati:
'Dorma sonni tranquilli'

“In merito alla questione nutrie alla scuola Braguti, problema certamente importante (per nulla provocato da chissà quali operazioni di spari alle nutrie, mai iniziati), l’Amministrazione sta lavorando da diverse settimane per risolvere l’inconveniente, garantendo la fruibilità degli spazi esterni in piena sicurezza per i bambini e insegnanti. Il sarcasmo del Consigliere Coti Zelati si scontra con l’operatività della Giunta e degli Uffici, che in questi mesi hanno valutato diverse opzioni strutturali, note al Consigliere, che tenta con questa interpellanza di dare visibilità a sé stesso attraverso un goffo e maldestro tentativo di intestarsi il merito della questione quando, da tempo, l’Amministrazione è sul pezzo”.

Non si è fatta attendere la replica dell’assessore Attilio Galmozzi, con quello all’Ambiente Matteo Gramignoli, a La Sinistra, lista che fino a qualche settimana fa esprimeva proprio il titolare della delega all’Istruzione della Giunta Bonaldi. I rapporti si sono fatti più tesi dopo che il capogruppo Emanuele Coti Zelati e altri componenti della civica, hanno deciso di fuoriuscire dalla maggioranza di Governo.

Tornando al problema dei roditori nei pressi della scuola Braguti, gli assessori assicurano che “l’area è in questi mesi è stata bonificata, con più operazioni di Linea Gestioni. L’addetto alla sicurezza della scuola con una Pec ha confermato ai nostri uffici l’efficacia dell’intervento nell’area dei giardini più prossimi alla scuola. A breve l’Ufficio Tecnico produrrà alla Giunta una relazione dettagliata attraverso la quale si intende sistemare definitivamente il problema. L’ipotesi al vaglio della Giunta contempla anche la possibilità di abbattere la recinzione laddove i roditori entrano, ricostruendo la stessa con una fondazione in cemento, impedendo così agli animali di scavare i necessari tunnel per accedere agli spazi verdi della scuola. Questi lavori dovranno essere necessariamente eseguiti durante la pausa estiva per ovvie ragioni di sicurezza per i bambini”.

“Dorma pertanto notti tranquille il Consigliere Coti Zelati: l’Amministrazione Comunale di cui ha fatto parte fino a pochi giorni fa si sta muovendo da tempo, non certo per il suo “sollecito”, per riconsegnare il giardino sicuro e pulito”, concludono.

ab

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti