Commenta

Infrastrutture, le priorità del
territorio: ecco gli interventi
da segnalare alla Regione

Si è svolto il 1º aprile in Sala Maffei della Camera di Commercio di Cremona, la quinta seduta del Tavolo tematico Infrastrutture, lo strumento di governance territoriale per la definizione degli interventi infrastrutturali prioritari entro una strategia integrata di sviluppo dell’area provinciale cremonese

Alla seduta hanno preso parte visto oltre alla Cabina di regia composta da Provincia di Cremona (Presidente Davide Viola, Patrizia Malabarba), Camera di Commercio di Cremona (Segretario Maria Grazia Cappelli) e Rei – Reindustria e Innovazione, i comuni di Cremona (Dirigente Mara Pesaro), Casalmaggiore (Sindaco Filippo Bongiovanni), Pieve San Giacomo, Pozzaglio ed Uniti, San Giovanni in Croce, Spino d’Adda e Offanengo i delegati regionali dell’Utr (Roberto Dainesi e Claudio Guarneri), le Associazioni di Categoria, tra cui l’Associazione Industriali di Cremona (Direttore Massimiliano Falanga), il Cna Cremona (funzionario Adriano Bruneri), Confcommercio Cremona (Alberto Bardelli e Davide Garufi), Confcooperative (Roberto Oliva), Libera Associazione Agricoltori (Giuseppe Uberti), i Sindacati (Cgil, Cisl, Uil), la Banca Cremasca e Mantovana (Angelo Soldati) e il deputato Luciano Pizzetti.

“L’obiettivo è quello di condividere la definizione dei progetti strategici da convalidare e inserire nel documento da presentare in Regione entro metà aprile” ha detto in apertura di lavori di Davide Viola, presidente della Provincia di Cremona e coordinatore del Tavolo Infrastrutture.

Dei diversi progetti individuati e mappati dal tavolo, 16 erano già inseriti in via preliminare nella AQST, suddivisi nelle macroaree infrastrutturali riguardanti strade e ponti, rete ferroviaria, navigabilità, patrimonio architettonico e mobilità sostenibile.

Nella lista ultimata e integrata si segnalano la predisposizione di una pianificazione ampia di intervento viadotti, ponti e strade, la Gronda Nord di Casalmaggiore, la tangenziale di Corte dè Frati, la riqualificazione del sito universitario di Crema, la riqualificazione del museo civico di Crema e del cremasco, l’infrastrutturazione del patrimonio architettonico del Gal Oglio Po, Biciplan- rete e piste ciclabili del Comune di Cremona, la Greenway dell’ Oglio e l’ elettrificazione della tratta ferroviaria Brescia-Parma

I prossimi passi riguardano la validazione e sottoscrizione dell’elenco definitivo giunto, dopo le integrazioni di ieri, ad un totale di 25 progetti a tema infrastrutturale che la Provincia presenterà alla Regione entro la metà di aprile in un documento integrato dalle schede aggiornate e complete. La palla passerà poi alla Regione per la riesamina delle proposte e la decisione finale relativa alla possibilità di finanziamento e avvio lavori.

© Riproduzione riservata
Commenti