Commenta

Maxi razzie di cosmetici
In 25 a processo per furto
e ricettazione di prodotti

Andranno direttamente a processo senza passare dall’udienza preliminare, i presunti componenti di una banda che secondo gli inquirenti si dedicava a mettere a segno furti in ditte di cosmetici del cremasco e non solo. 25 le persone destinatarie di un decreto di citazione diretta a giudizio accusate a vario titolo di furto e ricettazione di prodotti. Nel procedimento risultano 17 parti offese. Le razzie erano state commesse tra il 2017 e il 2018 da parte di un gruppo di romeni e di italiani finiti nella rete dei carabinieri nel novembre dell’anno scorso nell’operazione “make-up” che aveva portato a dieci arresti e a venti perquisizioni. Nel mirino, prodotti di elevato valore economico non ancora immessi sul mercato rubati nelle varie aziende di cosmesi. Grazie alla complicità di familiari che lavoravano nelle ditte, i ladri avevano potuto agire indisturbati per molto tempo, nonostante i presidi dei carabinieri organizzati nei pressi delle aziende. Secondo la procura, il gruppo era dedito alla reiterazione di furti aggravati in concorso. Non solo ai danni di aziende del cremasco, dove la cosmesi è un’eccellenza produttiva, ma anche nei territori limitrofi, la bergamasca in particolare, dove la banda aveva colpito anche ai danni di pelletterie e negozi di abbigliamento e accessori. Complessivamente l’operazione ha consentito il recupero di circa 100.000 pezzi di cosmetica per un valore di 500mila euro, tutti restituiti alle ditte di appartenenza. Il processo si aprirà il prossimo 10 luglio.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti