Cronaca
Commenta

Donne e lavoro: questionario per analizzare la situazione nel territorio cremasco

Tremila questionari per comprendere la condizione del lavoro femminile nel territorio cremasco. L’iniziativa, come spiegato dall’assessore alle Pari Opportunità Emanuela Nichetti, nasce la scorsa estate in coda alla Scuola di Economia promossa dal Comune. “Da lì abbiamo sentito l’esigenza di realizzare un’indagine approfondita, che sfocerà poi in una pubblicazione”.

I dati saranno raccolti in forma totalmente anonima, sia per le lavoratrici che per le realtà coinvolte, che stando a quanto afferma Felice Lopopolo del Centro Galmozzi, “hanno accettato di buon grado la nostra proposta”. Cooperative, aziende, istituti scolastici, enti pubblici: oltre 30 luoghi di lavoro hanno aderito all’iniziativa. Tra questi l’azienda ospedaliera, alcuni Comuni come Castelleone e Rivolta, gli istituti Pacioli e Racchetti e i comprensivi di Pandino e Offanengo; la Bosch e Ancorotti. Non solo Crema, dunque, ma tutto il Cremasco, “così da raggiungere il maggior numero di donne possibili, con ogni livello di istruzione, includendo quelle di provenienza straniera”.

L’obiettivo, come ha spiegato Elisabetta Rotta Gentile della Soroptimist, è quello di “recuperare dati coerenti per analizzare le problematiche”.

I risultati del questionario verranno diffusi all’interno di un convegno che si svolgerà a novembre in città.

AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti