Commenta

Report 2018 polizia locale: in
calo multe autovelox, quelle
per divieto di sosta salgono

4.191.134 euro. Questo l’ammontare delle sanzioni elevate dalla polizia locale nel 2018, in calo di quasi un milione e mezzo rispetto all’anno precedente sulle multe da autovelox. I cremaschi, dunque, vanno più piano, almeno in tangenziale.

Salgono invece i dati relativi ai divieti di sosta. Nello specifico, quelle riguardanti la sosta dei veicoli e le principali violazioni che hanno riflessi sulla sicurezza dei pedoni e dei cicli, hanno avuto un significativo incremento: sosta su piste ciclabili (68), strisce pedonali (187), marciapiedi (137) e sui parcheggi riservati ai portatori di handicap (282).

In calo, invece, gli incidenti stradali: 221 nel 2018 (dei quali 13 hanno coinvolto l’utenza debole) contro i 276 del 2017. “I rilievi effettuati nel 2018 attestano una generale ed apprezzata diminuzione degli eventi sinistrosi e nel contempo una importante diminuzione degli investimenti di pedoni e di cicli”, ha commentato il comandante Giuliano Semeraro. “Molti dei fenomeni riguardanti gli investimenti, attestano, nel caso dei ciclisti, una preponderanza per errori di conduzione del velocipede, ovvero l’utilizzo delle strisce pedonali da parte di questi, nella convinzione di avere precedenza. Diversamente nel caso dell’investimento dei pedoni, circa il 70% è dovuto a distrazioni da parte degli automobilisti, mentre il restante 30% è causato da imprudenza delle persone che non utilizzano i percorsi protetti o attraversano pur in presenza di strisce pedonali a meno di 100 metri. In questi ultimi 5 anni si è collaborato in modo proficuo con l’ufficio tecnico, allo scopo di introdurre o correggere la segnaletica stradale assente, carente o contraddittoria, ovvero la risoluzione di insidie stradali, così da ridurre o scongiurare concause nelle dinamiche degli investimenti”.

Un problema particolarmente attenzionato è quello relativo al consumo di alcolici da parte dei minori, le cui contravvenzioni sono salite da 9 a 11 e, nei primi due mesi del 2019 ne sono già state elevate 8. La zona più critica della città è la Corte degli Archi, che “sarà oggetto di controlli, grazie anche alla collaborazione con le altre forze dell’ordine”.

AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti