Commenta

Fatf: la 21esima
edizione all'insegna
della gratitudine

Un’edizione “ridotta”, ma che servirà per riflettere. Si prende un mezzo anno sabbatico il Franco Agostino Teatro Festival che, però, non mancherà di incontrare i tanti amici incontrati in queste 21 edizioni. A causa (anche) della mancata possibilità di partecipare al Bando Cariplo che ha sempre costituito una grossa fonte di sostegno per le attività legate al Fatf, non potrà esserci la festa di piazza, ma i tanti volontari hanno comunque trovato il modo di festeggiare in città.

“Vogliamo dire un grande grazie – ha spiegato Gloria Angelotti – perché sono ancora vive le emozioni del ventennale del Franco Agostino Teatro Festival dello scorso maggio, che hanno visto grande partecipazione e sostegno da parte della città”.

Ma è già ora di pensare al 2019, e il Fatf lo fa con un nuovo logo, disegnato dall’artista Anna Lopopolo: prima donna a dare forma al simbolo annuale del Fatf: una donna che pronuncia il suo ringraziamento in tutte le lingue del mondo. E la stessa parola, si fa arte.

Ma veniamo agli appuntamenti. Già da febbraio il Teatro Festival sarà in trasferta Piccolo Teatro di Milano (Teatro Studio Melato di via Rivoli), con i vincitori della scorsa edizione. Dalle 19,30 alle 22,30 del 17 febbraio, le compagnie si esibiranno alternandosi sul prestigioso palco europeo, con spettacoli da 30 minuti ciascuno.

Lunedì 25 febbraio, alle 20,45 nella sala Bottesini della Fondazione san Domenico, le premiazioni del IX concorso di scrittura ‘Ancora Grazie’, promosso dal Fatf con Comitato Soci Coop e Caffè Letterario. In tutto, 46 partecipanti, suddivisi nelle due sezioni ‘Under 14’ (scuole medie) e ‘Scrittori in erba’ (scuole superiori). Tra gli istituti cittadini che hanno partecipato: Scuole medie Vailati, Ic ‘Luigi Chiesa’ Spino d’Adda, IIs Galileo Galilei-Scienze Applicate di Crema, Istituto Pacioli.

Il 22 marzo al San Domenico i svolgerà un interessante convegno sulla “gratitudine alla vita”, nel quale il giornalista Paolo Gualandris dialogherà con Valeria Benatti e Cristiano Cavina.

Domenica 7 aprile alle 16, nel teatro cittadino, un grande spettacolo per presentare il libro del ventennale del Fatf. “Strada Facendo è il titolo della nostra pubblicazione, che prende spunto dal periodico pubblicato insieme al Nuovo Torrazzo per raccontare le diverse edizioni del Fatf ed è anche metafora della nostra storia. Di emozioni, momenti e incontri nati lungo il cammino della manifestazione. Ma diventati fondamentali per la buona riuscita delle iniziative”, ha spiegato Angelotti.

Lo spettacolo fa parte del progetto “Intrecci+” che vede la partnership del Franco Agostino Teatro Festival con il Teatro San Domenico- capofila-, l’associazione ProLoco di Crema e l’associazione Alice nella città di Castelleone.

E poi ancora le rassegne-concorso a Novara e poi a Crema.

Niente festa di piazza, vero. Ma a salutare la 21esima edizione del festival ci sarà il grande concerto al San Domenico,  che ogni anno riunisce un centinaio di piccoli musicisti, sempre al San Domenico, pronti a suonare insieme per la prima volta, proprio nella giornata dell’evento. Direzione del maestro Eva Patrini, coordinamento di Irene Alzani e regia di Nicola Cazzalini. Ecco la sintesi che il regista ha fatto della serata del prossimo 24 maggio. “Natura“: un evento speciale per dire grazie alla Terra che è Madre, grazie alla Natura che osserva e regala un respiro che apre all’Infinito, grazie al Tempo che con il passare cadenzato delle sue stagioni muove lento ingranaggi invisibili.

ab

 

© Riproduzione riservata
Commenti