Commenta

Roberto Vecchioni: il 20
marzo la data zero al
San Domenico di Crema

Il 20 marzo, al San Domenico di Crema, la data zero di Roberto Vecchioni. “L’infinito Tour” inizierà il giorno seguente al teatro Colosseo di Torino; da lì il cantautore toccherà i più importanti teatri italiani e proseguirà in estate.

Sarà l’occasione per ascoltarei i brani del nuovo disco e ripercorrere i classici del repertorio. Vecchioni sarà accompagnato dalla “band storica”, costituita dal cremasco Lucio Fabbri (pianoforte e violino), Massimo Germini (chitarra acustica), Antonio Petruzzelli (basso) e Roberto Gualdi (batteria).

Un album manifesto, “non 12 brani – come spiega Vecchioni – ma un’unica canzone divisa in 12 momenti”, in una dimensione temporale verticale che rinvia al tema dalle suggestioni letterarie: la necessità di trovare l’infinito al di qua della siepe, dentro noi stessi.

L’album è il frutto della collaborazione di un team d’eccezione, Lucio Fabbri (produzione artistica): pianoforte, piano elettrico, organo Hammond, violino, viola, fisarmonica, basso elettrico e chitarra elettrica; Massimo Germini: chitarra classica e acustica, chitarra 12 corde, mandolino, bouzouki, ukulele, liuto cantabile; Marco Mangelli: basso fretless; Roberto Gualdi: batteria e percussioni.

© Riproduzione riservata
Commenti