Commenta

Centrodestra compatto
alle elezioni amministrative:
sottoscritto il Patto unitario

Firmato a Soresina il patto unitario tra le forze politiche di centrodestra per le elezioni amministrative che si terranno nel prossimo maggio e che vedranno andare al voto la città di Cremona e tanti comuni del territorio cremonese, cremasco e casalasco.

I rappresentanti di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Udc – Noi con l’Italia, questa mattina hanno sottoscritto il documento, “che esprime la volontà di costruire un’alleanza comune e valida per tutto il territorio provinciale in grado di battere le sinistre ed il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni amministrative” si legge in una nota congiunta diffusa dai partiti.

Il documento è stato sottoscritto nella sede della Lega a Soresina e ha ricevuto l’adesione del Partito dei Pensionati. “All’interno del documento sono presenti le priorità che caratterizzano la proposta politica del centrodestra e che necessitano di risposte adeguate sul fronte delle azioni territoriali: sicurezza; imprese, professioni e mestieri; infrastrutture e ambiente; comunità, identità, famiglia e istruzione” continua la nota.

Tra i punti salienti del documento, quello della sicurezza, un’attenzione particolare a imprese, professioni e mestieri che comprenda la sburocratizzazione e la defiscalizzazione, mettere al centro infrastrutture (fisiche e digitali) e ambiente e riscoprire il senso di comunità: identità, famiglia e istruzione.

“E’ una data storica perché il ritorno di un centrodestra compatto e unito, come dimostra il documento che abbiamo sottoscritto, rappresenta l’unica speranza per attuare una politica di sviluppo e di vero cambiamento sul territorio” commentano Fabio Grassani in rappresentanza della Lega Nord, Massimiliano Salini in rappresentanza di Forza Italia, Stefano Foggetti in rappresentanza di Fratelli d’Italia, Giuseppe Trespidi e Gianni Rossoni in rappresentanza di Udc – Noi con l’Italia. “Il nostro scopo è ridare slancio alla città di Cremona e ai comuni del territorio provinciale, interrompendo il declino provocato dai governi della sinistra, costruendo le condizioni per la rinascita economica, civile e democratica. Abbiamo scelto di fare questo percorso insieme, ispirandoci ad un modello virtuoso ed efficiente come è quello di Regione Lombardia, fissando fin da subito obbiettivi concreti sui temi di maggiore impatto sociale e aprendo al confronto con le forze della società civile che intendono giocare un ruolo attivo nella prossima sfida elettorale”.

IL DOCUMENTO INTEGRALE

© Riproduzione riservata
Commenti