Commenta

Amministrative 2019:
Lupo Stanghellini annuncia
la ricandidatura a sindaco

Il sindaco uscente di Monte Cremasco, l’avvocato Giuseppe Lupo Stanghellini scioglie le riserve e si riconferma candidato sindaco della lista civica “Uniti ed Attivi” con la quale vinse le elezioni comunali di cinque anni fa. In merito, il primo cittadino uscente ha dichiarato: “Su insistenza di molti miei concittadini ho dovuto riflettere seriamente sull’ipotesi di una mia ricandidatura: non nascondo che ciò mi ha lusingato e anche ripagato dei non pochi problemi che mi si sono presentati in questi quasi cinque anni di mandato e, nonostante le tante difficoltà, anche personali, legate a un mio eventuale rinnovo, ho deciso di dare nuovamente la mia disponibilità”. Da cosa nasce la volontà di rimettersi in gioco è presto detto. “La soddisfazione di vedere i frutti delle non sempre facili scelte, che io e la mia squadra abbiamo dovuto fare anche tra tante inutili e demagogiche polemiche, è grande e soprattutto i risultati di queste fatiche, oggettivamente positivi, sono incontestabili e sotto gli occhi di tutti: infatti dal 2018, anno in cui il Comune di Monte Cremasco non è più in disavanzo tecnico, la mia amministrazione ha dato prova di come gestisce la cosa pubblica! Insomma, risanati i conti in soli due anni, quello che è stato fatto sin’ora sarà la normale amministrazione mia e della squadra che mi sosterrà: si pensi che quest’anno in titolo II° (vale a dire fondi a disposizione per gli investimenti) ci sono ben 900.000,00 euro senza che un solo servizio sia stato tolto o solo diminuito. Anzi è avvenuto il contrario!”. Un bel risultato per Stanghellini e la sua squadra.

Ma tutto ciò riguarda il passato; ora devo e dobbiamo guardare al futuro. Al di là della comprensibile aspirazione personale di cogliere il frutto di ciò che si è seminato, mi piacerebbe trasformare in realtà alcune idee che da anni coltivo: tra le tante, una è realizzare una pista ciclabile che colleghi il Comune di Monte con gli altri tracciati ciclopedonali; come già anche anticipato dalla stampa locale sin dall’anno scorso ho avviato colloqui con altri sindaci e i nostri rappresentanti del territorio, che siedono nel Consiglio Regionale, per avviare un progetto in tal senso e il prossimo 8 febbraio nel nostro Comune ci sarà una conferenza stampa sull’argomento. L’altra mia aspirazione, o forse sogno, sarebbe quello allargare i locali al di sopra della scuola dell’infanzia e così creare un asilo nido per dare un ulteriore servizio ai genitori che lavorano.

Tuttavia le idee sono tante e non è certo questo il luogo per discuterne. Ora voglio solo rassicurare i miei sostenitori che ci sarò anche nella prossima tornata elettorale (la mia seconda per chi non lo rammentasse) per mettere nuovamente a disposizione della nostra collettività la mia competenza, anche professionale, e l’esperienza acquisita in questo quinquennio, all’unanimità definito il più problematico e difficile degli ultimi sessant’anni.

A breve, come ho sempre fatto, avvierò un confronto con qualunque cittadino volesse farlo e con le varie realtà del paese pronto ad un leale e limpido confronto su quali siano le vere esigenze del nostro territorio e su quali possano essere le realistiche soluzioni – perché, mi sia consentito dirlo ad alta voce, l’elettore va sempre rispettato e informato – il tutto in un clima di massima trasparenza come sin qui ho fatto e dato concreta dimostrazione”.

© Riproduzione riservata
Commenti