Scuole
Commenta

Racchetti-Da Vinci: soddisfazione per l’attività di orientamento

È ancora viva la soddisfazione di tutta la comunità del Racchetti-Da Vinci, per la straordinaria riuscita dell’evento di venerdì scorso, quando a Crema, per la prima volta si è tenuta la notte nazionale del liceo classico, un programma di ben 50 eventi che ha riempito le aule di via Palmieri fino a tarda sera. Alunni, ex alunni, famiglie, docenti, ragazzi delle medie, tutti hanno apprezzato l’iniziativa che il prof. Silvano Allasia e i suoi collaboratori hanno offerto alla cittadinanza. Apprezzamento testimoniato anche dalla soddisfazione espressa dal dirigente scolastico Claudio Venturelli, che ha sottolineato la grande disponibilità dimostrata da tutto il personale della scuola e dagli stessi studenti, segnale ulteriore di grande appartenenza di tutti al Racchetti-Da Vinci.

Il classico piace. L’iniziativa di venerdì scorso, certifica il rilancio di questo storico indirizzo, che torna ad essere ricercato dai ragazzi di terza media, come testimoniano anche i dati relativi alla presenza degli alunni di terza media alle attività di stage che si sono conclusi nei giorni scorsi: circa 400 i ragazzi di terza media che hanno partecipato, dei quali poco meno di 100 al classico. Trainanti come sempre, l’indirizzo scientifico e il linguistico, ma crescente interesse si registra per il classico, che torna ad avere appeal tra i più giovani.

“Partecipare alla notte nazionale del liceo classico è stata un’occasione importante, per mostrare alla cittadinanza la qualità dell’offerta formativa che il Racchetti-Da Vinci propone”, commenta la docente referente per l’orientamento Viviana Gambino, soddisfatta anche per l’affluenza di studenti e genitori alle giornate di scuola aperta dello scorso dicembre, e alle varie iniziative che hanno caratterizzato i tre indirizzi liceali della scuola nelle ultime settimane.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti