Commenta

'Ombrelli' di ricordi ed
emozioni per l'evento
Fatf con Antonio Catalano

Se non c’è meraviglia, non c’è conoscenza del mondo. Con questa consapevolezza, l’artista internazionale Antonio Catalano ha regalato alla città la sua magia, nell’Invasione dei cortesi, performance realizzata in piazza Duomo a Crema domenica 9 dicembre, insieme a una decina di insegnanti di Crema, Carpiano (Milano) e Pavia, che hanno partecipato al laboratorio da lui condotto nella giornata di sabato 8 dicembre, nella saletta Fra’ Agostino del museo civico.
Sotto grandi ombrelli-universo, Catalano ha condotto il gruppo e gli spettatori in un viaggio che è stato dono di sé agli altri, delle proprie emozioni e dei ricordi legati al Natale e all’esperienza personale di ciascuno. Ombrelli telati e avvolgenti, come piccole tane in cui è necessario entrare per scoprirne la meraviglia. Un’arte rinascimentale riportata nel cuore della città ai nostri giorni: fragilità, sensibilità, ascolto del silenzio e di quel che si può sussurrare o non dire ma far capire. Una sorta di sospensione del tempo materiale, per lasciare spazio a quello dell’anima.
Ogni partecipante ha costruito il suo piccolo mondo, da regalare a chi ha ospitato sotto il suo ombrello-universo. E la città ha risposto con entusiasmo, lasciandosi emozionare da gesti di cortesia.
Un’esperienza unica, che il Fatf ha reso possibile, realizzandola nell’ambito del progetto PRIN 2015 Per-formare il sociale. Formazione, cura e inclusione sociale attraverso il teatro (Unità di Pavia – Università degli Studi di Pavia). E grazie al prezioso sostegno della Fondazione comunitaria di Cremona, oltre che al Comune di Crema, che ha concesso gli spazi per laboratorio e performance.
“Realtà che ringraziamo di cuore, per aver permesso che questa magia si rinnovasse, con un artista del calibro di Antonio Catalano, da anni ormai amico del festival. E grazie anche alle splendide insegnanti che ci hanno dato fiducia e hanno reso preziosa l’esperienza del laboratorio prima e della performance poi”, commenta soddisfatta la presidente del Fatf Gloria Angelotti.

 

© Riproduzione riservata
Commenti