Commenta

La Rute del Panathlon
presentata nella serata
del Club di Crema

Interessantissima serata ieri al Panathlon Crema. Per l’occasione si è parlato di cicloturismo anche se in chiave esclusivamente panatletica : la “ Rute 3 – 2018 du panathlon “.

Ospiti della serata, organizzata dal vice presidente del club Emilia Calicchio anch’essa partecipante all’evento cicloturistico , il Governatore dell’area 1 Veneto regista della manifestazione, Alessio Ferronato vice presidente del Club di Mestre responsabile dei social media, Simone Marescalchi, Leopoldo Fogale, Giorgio Brunetti ed Ernesto Toso soci di vari club Panathlon del Veneto e tutti partecipanti alla Rute.

Dopo i saluti di rito fatti dal Presidente del sodalizio cremasco Massimiliano Aschedamini ed una squisita cena, ha preso la parola il Governatore Chinellato che ha spiegato le modalità e gli scopi della manifestazione. La “ Rute” si è presentata, anche quest’anno, come evento organizzato dall’Area 1 La “regia” della stessa, e’ stata presa direttamente dal Governatore, coadiuvato da alcuni Soci dei vari Club  

La forza collaudata di questo avvenimento e’ la collaborazione dei Panathlon Club delle città di tappa ma anche di quelli di Città attraversate.  Con entusiasmo, passione e un certo grado di fatica, i partecipanti hanno percorso i 550 chilometri da Cortina d’Ampezzo (perla delle Dolomiti) fino a entrare con l’ultima tappa in Area 2 ( la Lombardia ) nella bellissima ed austera Città di Mantova, un percorso montagnoso nella sua prima parte e pianeggiante in quella finale.
Obiettivo della manifestazione e’ sottolineare l’importanza della creazione di vie ciclabili e in particolare di un percorso ciclabile continuo, ben definito e sicuro che unisca le più importanti città del Triveneto ed oltre con adeguate indicazioni relative a tutto quello che riguarda il cicloturismo : alberghi, ristoranti, siti di interesse turistico culturale e negozi per biciclette. 

Non ultimo lo scopo da parte del Panathlon di promuovere con il cicloturismo l’amicizia e il Fair Play. Con l’aiuto delle diapositive e dei filmati proiettati da Alessio Ferronato, gli ospiti hanno potuto vedere momenti salienti del giro, conditi da divertenti aneddoti che ancora di più facevano trasparire il rapporto di amicizia che viene a crearsi tar tutti i partecipanti .

La serata si è conclusa con l’intervento del Governatore Chinellato che ha colto l’occasione per tenere a battesimo l’edizione 2019 della Rute; e dalle parole di apprezzamento per l’iniziativa da parte del Governatore dei Panathlon Lombardi Fabiano Gerevini che ha anche espresso la speranza che un numero sempre maggiore di panatleti della Lombardia partecipino alla manifestazione e ha strappato la promessa a Chinellato che anche per l’edizione del prossimo anno l’arrivo sarà in terra lombarda.

© Riproduzione riservata
Commenti