Commenta

Al Rotary moda e fashion
con la giornalista
Federica Bandirali

Nella foto, Fiorentini (in centro) con Bandirali e Cracco

Elevare il livello delle “conviviali” – il pasto settimanale condiviso dai soci, familiari e loro ospiti, alla presenza di un relatore che interviene su tematiche culturali o d’informazione – svelando contemporaneamente le bellezze della nostra città a personalità di spicco residenti altrove. E’ una tra le linee d’azione che stanno caratterizzando il Rotary Club Crema sotto la presidenza di Alfredo Fiorentini, un impegno che già a fine estate si era concretizzato nella stampa di una medaglia – subito pensata come omaggio per i relatori invitati nella sede di via Alemanio Fino 1 – con il logo del Club e i più significativi monumenti di Crema. Il mese scorso era stata consegnata a Vito Salinaro, che aveva mostrato in anteprima mondiale il trailer del suo film “Mathera” dedicato alla capitale europea della cultura (Matera, appunto). L’altra sera è invece andata a due conosciuti giornalisti: accompagnata da Alessandro Cracco, conduttore di Mediaset, Fiorentini ha accolto Federica Bandirali, sul Corriere della Sera firma nelle pagine di moda. Anticipazioni e aneddoti, foto e videointerviste dei big del settore, ma non solo: nel corso della conviviale, la relatrice ha puntualmente dimostrato come il mondo del fashion sia ben altro rispetto a “lustrini e vestiti”, caratterizzandosi come un incubatore che genera il 4% del Pil nazionale. Non solo. A dialogare con lei, nel momento riservato alle domande, anche Francesco Buzzella e Umberto Cabini, rispettivamente presidente ed emerito dell’Associazione industriali di Cremona. Bandirali, che si divide tra la città del Torrazzo e Milano, Crema un poco la conosce. Cracco invece vi ha messo piede per la prima volta, ma solo per quel poco di strada che separa via Kennedy dalla sede del club. Fatto sta che, incantato dalla bellezza dei suoi palazzi, ha promesso di tornarci.

© Riproduzione riservata
Commenti