Scuole
Commenta

Munari: oggi pomeriggio Open Day nelle due sedi del nuovo polo liceale

Oggi pomeriggio dalle 15 alle 18, il Munari apre le porte e si presenta: un anno particolare, commenta il dirigente Pierluigi Tadi, perché con l’aggregazione di scienze umane, l’offerta formativa della scuola si conferma essere quella di un polo liceale che rappresenta un’alternativa rispetto ai percorsi del Racchetti-Da Vinci. Una scuola che, sottolinea il dirigente, accanto alla formazione liceale artistica e grafica, assicura ai giovani del territorio la possibilità di fruire del liceo economico, che prepara i ragazzi per la prosecuzione degli studi universitari in ambito economico, in realtà accademiche di alto livello presenti nei territori vicini, quali Bocconi o Cattolica. La scelta operata dalla scuola quest’anno è stata quella di anticipare le giornate dedicate alla “scuola aperta”, partendo proprio da questo pomeriggio, tenuto conto che a meno di modifiche dell’ultimo minuto, i genitori degli alunni frequentanti la terza media dovranno procedere con le preiscrizioni dei figli alla scuola secondaria di secondo grado dal 7 al 31 gennaio 2019.

 

Gli Indirizzi attivati. Sei i percorsi liceali attivati presso la sede di via Piacenza (Grafica, Multimediale, Figurativo, Scenografia, Architettura, Design) cui si aggiunge il percorso tecnico grafico. Questo pomeriggio docenti e alunni esporranno elaborati ed esperienze che li hanno visti protagonisti e ne descriveranno i piani di studio. Analogamente presso la sede di largo Falcone-Borsellino faranno docenti ed allievi dei percorsi attivati nell’ambito delle scienze umane ed economico sociale.

 

Una scuola sola. Il nuovo Munari, vuole essere un unico Istituto, un nuovo polo liceale per la città, ci tiene a sottolineare il dirigente Pierluigi Tadi, in grado di cogliere al meglio le opportunità che un’offerta formativa così integrata consente, con la possibilità di contaminazioni artistiche anche in percorsi più scientifici, come possono essere quelli economici. Quanto alle curiosità, oggi pomeriggio genitori e alunni degli studenti di terza media avranno la possibilità di prendere contatto con ciò che l’artistico Munari propone e realizza (dai lavori recentemente esposti al s. Agostino per ‘iMondidicarta’, alle ipotesi di ristrutturazione di un salone per parrucchiere, su cui hanno lavorato alcune classi quarte e quinte ). Idem sarà fatto presso il liceo delle scienze umane, di largo Falcone-Borsellino, laddove con il supporto dell’indirizzo artistico è stata realizzata la scenografia per un piccolo spazio, che sarà utilizzato dai ragazzi, i quali guidati dai docenti si renderanno protagonisti di un piccolo laboratorio espressivo in lingua latina.

 

Prossimi impegni. Per quanto riguarda le prossime iniziative, riferisce Sabrina Grossi, docente del corso design della sede di via Piacenza, gli studenti, recentemente reduci dalla presenza alla biennale di Venezia, saranno coinvolti nella partecipazione in un nuovo bando internazionale del Miur dal titolo “Da cosa nasce cosa”.

 

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti