Commenta

Niente blocco a Euro3 nel
Cremasco. Sensibilizzazione
e studio del tema ambientale

Niente blocco agli Euro3 nel territorio cremasco. E’ quanto risultato ieri dalla riunione dei sindaci dell’Area Omogenea. Una quindicina di amministratori locali si sono confrontati circa le norme regionali antismog.

Il dibattito ha visto i sindaci concordi sull’idea che le politiche ambientali debbano essere necessariamente di ampio respiro, “certamente non comunale – ha sottolineato il sindaco Stefania Bonaldi – perché qualora Crema ( sede di servizi sanitari, scuole, mercato, servizi pubblici, negozi su cui converge un po’ tutto il Cremasco aderisse al protocollo vietando o limitando la circolazione dei veicoli fino al diesel Euro 4, come prevede nei momenti di massimo livello il protocollo regionale, metterebbe in seria difficoltà soprattutto i cittadini dei paesi del Cremasco, che gravitano sulla città”. 

La riunione ha portato anche all’individuazione di una serie di azioni che i sindaci intendono portare avanti insieme. Una campagna di informazione e sensibilizzazione sugli stili di vita, che spieghi ai cittadini i comportamenti da adottare circa il riscaldamento e l’uso di camini e stufe a legna; la pianificazione territoriale di rimboschimento e ripiantumazione arborea oltre allo studio sistematico su flussi, tipologie, fasce orarie del traffico nel Cremasco “reso possibile grazie al nuovo sistema di sensori posto nel sistema di varchi elettronici territoriale. Un investimento serio e sistematico nelle infrastrutture ciclabili e il loro raccordo in tutto il territorio nonché il posizionamento di colonnine di ricarica elettrica per auto e biciclette, accanto a una campagna di informazione mirata anche sui benefici economici dei veicoli a metano, Gpl o elettrici, su tutto il territorio”.

“Questi obiettivi potranno essere una delle priorità grazie ai denari che saranno presto a disposizione del Cremasco, dopo il conferimento delle reti idriche a Padania Acque, pertanto condivideremo questo orientamento con tutti i Comuni che ritengono che queste risorse che arriveranno vadano investite in progetti territoriali”, ha concluso il sindaco di Crema.

© Riproduzione riservata
Commenti