Commenta

Attestati di merito ai
richiedenti asilo che hanno
svolto servizio in piscina

Sport Management: 'Serie e con tanta voglia di lavorare'. Prossimamente altre collaborazioni

Consegnati gli attestati di merito ai ragazzi richiedenti asilo, ospiti della Caritas cittadina, che quest’estate hanno offerto il servizio di custodia biciclette nel parcheggio del centro natatorio comunale. “Una buona pratica. E le buone pratiche vanno gridate ad alta voce – ha commentato il sindaco Stefania Bonaldi – Ci auguriamo che l’impegno vissuto vi porti ad altre collaborazioni di questo tipo”.

Soddisfatta anche la Sport Management, società che gestisce la piscina. Dopo aver ringraziato i ragazzi per la serietà e la voglia di lavorare, la direttrice Teresa Abbruzzese ha auspicato ad ulteriori forme di integrazione lavorativa per i giovani richiedenti asilo. “Offriremo loro un corso di nuoto gratuito, con la finalità di poter sostenere l’esame per il brevetto da assistente bagnanti”. Un’altra idea è quella di avvicinarli al mondo dello sport e invogliarli a frequentare il corso da istruttore professionale.

“Non hanno solo custodito le biciclette – ha proseguito la direttrice di Sport Management – Si sono distinti anche per aver segnalato alcuni comportamenti poco consoni da parte dei clienti del centro”. Un’azione, questa, che ha rimarcato l’assessore al Welfare Michele Gennuso: “Rispettare e far rispettare le regole è alla base dell’integrazione e della convivenza. Nessuna delle due è facile al giorno d’oggi, ma ci crediamo molto e stiamo lavorando in questa direzione”, ha spiegato, rivelando possibili collaborazioni con altre realtà del territorio.

Un paio di ragazzi hanno preso parola, ringraziando sentitamente l’Amministrazione e la società che li ha ospitati, oltre alla Caritas: “Abbiamo imparato parole nuove e conosciuto molte persone. E’ stato bello. Chiediamo a tutti di aiutarci per poterci integrare, anche sotto il profilo lavorativo”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti