Commenta

Focus sulla qualità dell'aria
su input di Degli Angeli
Monitorati Sergnano e Ripalta

Un monitoraggio sulla qualità dell’aria che “dovrà essere fatto in tutti i cinque siti attivi in Lombardia”, tra cui Ripalta Cremasca e Sergnano (gli altri sono Bordolano, Settala e Brugherio, ndr). Con il voto favorevole del Consiglio Regionale all’Ordine del giorno presentato da Marco Degli Angeli, Consigliere Regionale del M5S, infatti, Regione Lombardia si è impegnata ad effettuare una campagna di monitoraggio della qualità dell’aria, dei suoli e delle acque nelle aree interessate dagli impianti attivi di stoccaggio di gas naturale sul territorio. E’ quanto fa sapere lo stesso Degli Angeli, che poi aggiunge: “Incalzerò la Giunta affinché mantenga la promessa in tempi brevi, il territorio non può più aspettare”.

“L’esercizio ordinario – prosegue il consigliere pentastellato – degli impianti di stoccaggio gas comporta in entrambe le fasi operative di compressione/stoccaggio e trattamento/erogazione, il rilascio in atmosfera di gas naturale a cui si aggiunge la perdita fisiologica dagli stoccaggi sotterranei depleti. In questi casi la disciplina è del tutto assente e non esistono piani di monitoraggio. Annualmente finiscono nell’aria di Ripalta Cremasca circa 3 milioni di metri cubi di gas naturale e a Sergnano circa 1,3 milioni”.

“Non stiamo parlando solamente di metano, ma di gas naturale. Il metano è circa il 96%. il resto è composto da altri idrocarburi, tra cui benzene e xileni. Su certe quantità, come quelle di Sergnano e Ripalta, quanto benzene finisce in atmosfera?  Si monitorano ossidi d’azoto (NOx), PM10, Ossidi di carbonio, ma non il gas naturale. Eppure il gas naturale è un gas serra e nel gas naturale sono considerati gas nocivi, tossici e cancerogeni (es.benzene).

Ma la lente d’ingrandimento di Degli Angeli si allarga anche al territorio limitrofo: “Ho chiesto anche particolare attenzione per il Comune di Conegliano Laudense, dove è in fase autorizzativa un nuovo impianto. L’attenzione sarà massima anche in termini di sicurezza, ed a settembre si discuterà in aula una mia Interpellanza in merito ai Piani d’Emergenza Esterna di questi impianti. I cittadini devono essere informati e le istituzioni devono garantire  la sicurezza, il monitoraggio e la salvaguardia dell’ambiente e della salute”.

© Riproduzione riservata
Commenti