Commenta

Pergo, caso Ferrario: il
bomber è ancora tesserato
ma si allena a Modena

Non si erano lasciati benissimo, Carlo Ferrario e la Pergolettese. In realtà pare non si siano mai davvero lasciati. Con un comunicato ufficiale, infatti, il Pergo ha evidenziato che il re dei bomber dello scorso campionato, nel frattempo accasatosi al Modena, in realtà è ancora sotto contratto con la società di via De Gasperi in virtù di un accordo biennale siglato la passata stagione. Come ogni dilettante, Ferrario avrebbe potuto svincolarsi tramite raccomandata: cosa che, sottolinea la Pergolettese, non avrebbe fatto. Il Pergo “precisa che, nonostante il calciatore sia stato a suo tempo riconfermato, lo stesso, declinando la proposta e scegliendo di cambiare società assistito dal suo procuratore, ometteva di effettuare i passi necessari per ottenere lo svincolo (Art. 32 bis), rimanendo quindi a tutti gli effetti un tesserato della Pergolettese”.

Ed ora? Il Pergo comunica di aver diffidato “tramite mail il Modena di non usufruire delle prestazioni del calciatore”, minacciando, in caso contrario, azioni legali: “Se il fatto dovesse persistere, la Pergolettese si vedrà costretta ad informare del fatto gli organi Federali competenti per prendere i necessari provvedimenti a carico della società e del calciatore”. “La dirigenza – si legge nella nota ufficiale – è lontana dalla sede e solo al rientro si valuteranno le possibili soluzioni”. Soluzioni che, in sostanza, sono due: accordo col Modena per regolarizzare il trasferimento ‘fantasma’ – quindi con un indennizzo per il Pergo -, oppure rientro a Crema, almeno formale, di Ferrario. Appare difficile, in ogni caso, vederlo agli ordini di Ivan Del Prato. Più facile che, in caso di mancato accordo tra i due club, si possa aprire l’asta per cedere l’attaccante al migliore offerente o andare al braccio di ferro giudiziario. Uno scenario, quest’ultimo, che però tutti gli attori in causa sembrerebbero preferire evitare.

mt

© Riproduzione riservata
Commenti