Commenta

Accusato di tentato omicidio
evade dai domiciliari, i cc lo
trovano in stazione a Crema

E’ evaso dai domiciliari M.A., 40enne marocchino che nel settembre del 2016 aveva ferito al collo un cittadino indiano. L’aggressione era avvenuta in piazza a Romanengo, a causa di una lite tra i due.

Il 40enne, alterato dall’alcol, aveva iniziato a bisticciare con alcuni ragazzi indiani seduti su una panchina. Uno di questi aveva sputato per terra e il marocchino ha usato il pretesto per assalirlo.

Fortunatamente, nonostante la grave ferita, il giovane se l’è cavata e l’uomo era stato arrestato per tentato omicidio. Dopo alcuni mesi di carcere e una condanna di 8 anni e 4 mesi, è ricorso in appello, riuscendo ad ottenere i domiciliari.

Regime dal quale è evaso  nella giornata di lunedì. I carabinieri si sono accorti che il 40enne non si trovava in casa al momento del consueto controllo e hanno quindi iniziato le ricerche.

L’operazione si è conclusa nella mattinata di ieri, martedì 17 luglio, verso le 9, quando M.A. è stato trovato alla stazione ferroviaria di Crema, mentre scendeva dal treno proveniente da Treviglio.

Arrestato, l’uomo è stato portato in carcere a Cremona, dove dovrà scontare una pena di 20 mesi.

© Riproduzione riservata
Commenti