Commenta

Accesso dei disabili alle
attività sportive, successo
per il progetto A.C. Crema

L’A.C. Crema ha proseguito anche nell’anno 2017/2018 nella collaborazione con la Uonpia Asst Crema. L’esperienza si colloca in un più ampio progetto, offerto al territorio, presso il Centro San Luigi di Crema, il cui tema è l’accessibilità ad attività sportive anche da parte, di chi, presenta disabilità. Nei mesi di ottobre e novembre 2017, un gruppo di 4 bambini dai 7 ai 10 anni ha proseguito il progetto iniziato già nell’anno 2016/2017 e nei mesi di aprile maggio e giugno 2018 si è avviato un gruppo di 4 bambini più piccoli, da 4 a 5 anni.

Federico Cantoni, i suoi collaboratori e i volontari hanno contribuito a coltivare lo spazio di crescita dei 4 bambini, offrendo loro tecnica “su misura” per poter calciare, dribblare, scartare, passare palla e fare goal. “La felicità è presente, la determinazione è dei piccoli: i bambini sentono che, chi li sta pensando calciatori in allenamento, lo fa per uno scopo molto importante, quello di garantire a loro la possibilità di fare, per davvero, sport” commentano gli organizzatori.

“Gli esiti sono semplici e concreti: c’è chi di loro ha vinto la paura e chiede anche a scuola di poter fare il portiere; c’è chi macina più metri di corsa al giorno, per diventare forte come Dybala, c’è chi focalizza il pensiero su compagni di squadra direzione della palla e i pensieri troppo astratti se ne stanno un pò da parte e c’è chi, di regola in regola si è motivato a seguire lo schema di gioco promuovendo le frasi ottimiste ‘domani vinco anch’io’ o ‘adesso faccio un supergoal’.Ringraziamo tutti, condividendo il pensiero che lo sport può essere aggregazione, emancipazione e autopromozione per diventare persone che possono attivarsi e non solo da assistere”.

© Riproduzione riservata
Commenti