Commenta

Due treni soppressi sulla
Cremona-Treviglio; giovedì
si riunisce il quadrante sud

Inizio di settimana con pessimi auspici per i pendolari della linea ferroviaria Cremona-Treviglio. Il treno 10455 (TREVIGLIO 08:07 – CREMONA 09:19) oggi 4 giugno non è stato effettuato, mentre il 10462 (CREMONA 06:52 – TREVIGLIO 07:53) è stato cancellato. Due termini distinti per significare la stessa cosa: disagi per chi viaggia, su una linea già tartassata dopo il grave incidente di PIoltello.

In settimana, per l’esattezza giovedì prossimo, è prevista a Milano la riunione del ‘quadrante sud’ dove sono abitualmente invitate anche le associazioni dei pendolari: ultimamente però queste riunioni non portano alla risoluzione dei problemi sollevati da chi utilizza il treno abitualmente, come dimostra anche l’ultima lettera inviata a tutte le autorità competenti e ai sindaci della tratta, dal coordinamento di viaggiatori di un ‘altra linea martoriata, la Cremona – Brescia: treni vecchi, personale insufficiente, soppressioni comunicate senza il necessario preavviso. “Le soppressioni – scrive il coordinamento nella lettera datata 31 maggio – hanno raggiunto livelli difficilmente sostenibili generando un continuo stato di incertezza sull’erogazione del servizio. Tale situazione pare sia stata generata da una carenza di personale che non garantisce la copertura di tutti i turni. Tale fenomeno si presenta accentuato nei periodi di normale effettuazione delle ferie …”  Il coordinamento fa delle proposte: servizi sostitutivi e programmati per tempo, con autisti che conoscano bene il tragitto; possibilità di fruire di mezzi alternativi (come i bus di linea) a costo zero; equa distribuzione delle soppressioni su tutte le linee di Trenord.

E con l’avvio dell’orario estivo non si preannuncia niente di buono.

© Riproduzione riservata
Commenti