Commenta

Lesioni aggravate, possesso
di arma da taglio e di
droga: arrestato 32enne

Ha aggredito un connazionale ferendolo alla fronte ed è stato arrestato. Ora si trova ai domiciliari H.F., egiziano 32enne che ieri pomeriggio ha assalito un uomo con un coltello, giustificando la propria azione dicendo ai carabinieri di essere stato provocato.

E’ accaduto a Offanengo, intorno alle 13 di mercoledì 21 marzo. I carabinieri sono stati allertati da un cittadino, che ha trovato un uomo sanguinante a terra che chiedeva aiuto. Il ferito, prima di essere trasportato in ospedale (dove gli è stata data una prognosi di tre settimane), ha detto ai militari di conoscere l’identità e il domicilio del proprio aggressore.

Gli uomini dell’arma si sono recati a casa del 32enne, dove hanno anche trovato dello stupefacente. Il giovane egiziano ha confessato l’azione violenta, asserendo di essere stato provocato dall’ubriachezza molesta del connazionale.

L’uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza a Crema e, questa mattina, portato in tribunale a Cremona, dove si è svolto il processo per direttissima per lesioni aggravate, possesso di arma da taglio e di stupefacenti. Avendo però l’avvocato chiesto i termini di difesa, il processo è slittato alla metà di aprile e l’uomo è stato quindi posto agli arresti domiciliari.

Nel frattempo proseguono gli accertamenti per comprendere i reali motivi dell’aggressione.

© Riproduzione riservata
Commenti