Commenta

200 studenti cremaschi
alla Giornata della Donna
organizzata da Fim Cisl

“Meno discriminazione, più rispetto. Meno violenza, più cultura”. Con questo slogan la Rete donne Fim Cisl Asse del Po ha dato vita ad un progetto partito il 25 novembre 2017 con la rappresentazione di ”Anima recisa” allo scopo di promuovere il tema del rispetto, contro i pregiudizi da retaggio culturale, contro l’umiliazione e la violenza fisica e verbale. Il progetto ha coinvolto gli studenti degli Istituti Sraffa e Marazzi di Crema, che nelle singole classi hanno ragionato sui temi insieme alla Dott.ssa Greta Melli della Cooperativa Sentiero. Il percorso ha visto protagonisti i ragazzi e le ragazze di quattro classi che con la psicologa, affiancata da un’educatrice di “Casa di Ale” e dalla Rete Donne Fim Cisl Asse del Po, hanno lavorato riflettendo sul rispetto verso sé e verso l’altro, sia in generale, sia in particolare nei confronti delle donne, della non violenza, del pregiudizio e degli stereotipi di genere e retaggi culturali visti dai punti di vista femminile e maschile. Le riflessioni dei ragazzi, elaborate grazie al progetto svolto in questi mesi, sono state presentate in occasione della Festa della donna l’8 marzo 2018 alle 9.30, a Crema presso il teatro Sacro Cuore in via Don Ginelli. Oltre duecento ragazzi hanno esposto cartelloni e materiale multimediale per spiegare come vivono i giovani di oggi i temi legati alla cultura del rispetto. E’ emerso il desiderio di essere ascoltati e capiti, la volontà di non chiudersi nel piccolo gruppo, le paure degli adolescenti e la difficile comunicazione con il mondo degli adulti.

Il maestro della scuola di fumetto Andrea Jimmy Fontana ha dato vita al personaggio “Margie Rap” protagonista delle storie legate alla cultura del rispetto: un fumetto che metterà in luce i temi proposti dagli studenti e sarà lanciato in occasione del Crema Comics & Games (a Crema il 14 e 15 aprile) e i cui introiti saranno devoluti a Casa di Ale (Casa Rifugio per donne in difficoltà)

Presenti ai lavori Greta Melli, Cooperativa Sociale Sentiero; Emanuela Nichetti, assessore alla cultura comune di Crema; Paola Freddi, associazione La casa di Ale; Lorena Silvani, coordinatrice regionale Fim Cisl; Angela Alberti, Coordinamento Donne Cisl Lombardia, Monica Manfredini, Segretaria Cisl Asse del Po; Monica Tonghini, Rete Donne Fim Cisl Asse del Po; Giovanna Gaudenzi, Rete Donne Fim Cisl Asse del Po; Ottorino Buccelli, operatore Fim Cisl Asse del Po; Omar Cattaneo, Segretario generale Fim Cisl Asse del Po; Giuseppe Demaria, Segretario generale Cisl Asse del Po.

Greta Melli, psicologa della Cooperativa Sociale Sentiero che ha sottolineato: “Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto, perché i ragazzi nel piccolo gruppo hanno potuto aprirsi. Purtroppo sono ancora molti i pregiudizi e con le nuove tecnologie la violenza ha la capacità di colpire in luoghi un tempo sconosciuti. Pensiamo a internet e alle forme di cyber bullismo. Siamo convinti però che percorsi come questi, fortemente voluti dalla Rete Donne Fim Cisl Asse del Po, siano fondamentali per costruire un futuro migliore. Questa mattina abbiamo avuto la testimonianza diretta di come i giovani abbiano voglia di essere protagonisti. E’ urgente ascoltarli, capirli e fornire loro gli strumenti culturali per affrontare in modo sano e sereno la pluralità della società. La violenza deve diventare l’ultimo rifugio degli incapaci “.

“Questa iniziativa è stata per me un momento di riflessione profonda che mi ha colpita nell’intimo. Ho visto una platea di giovani attenti, partecipi e coraggiosi nell’esprimere le proprie idee e le esperienze vissute – ha commentato la Nichetti – Testimonianze toccanti, dolorose e bellissime come quella di Michael Bernardoni, giovane rapper che ha partecipato convocato dagli studenti, dimostrano ancora una volta come si debba dare voce a iniziative culturali come questa promossa dalla Fim Cisl Asse del Po. Mi ha colpito la profondità di analisi che è emersa oggi e la volontà di ascoltare i ragazzi. Desidero ringraziare non solo i giovani presenti oggi, ma anche la Fim Cisl Asse del Po per la lodevole iniziativa, che spero possa proseguire nel tempo”.

© Riproduzione riservata
Commenti