Commenta

Disoccupazione giovanile:
Cremona tra le province
lombarde in cui cala di più

Cremona tra le città lombarde in cui la disoccupazione giovanile è calata maggiormente. A dirlo l’analisi di InfoData del Sole 24Ore, che fotografa come sono cambiate le cose dal 2013 ad oggi, analizzando i dati sulla disoccupazione giovanile messi a disposizione dall’Istat, che come disoccupati considera solo i giovani che stanno cercando lavoro e non lo trovano, non coloro che ancora sono studenti.

Dai dati emerge dunque che sul nostro territorio il tasso di disoccupazione dal 2013 al 2016 (ultimo dato disponibile), per la fascia 25-35 anni, è calato del 4,568%,passando da 12,275% a 7,707%. Cremona è seconda solo a Como, dove il calo è stato del 5,625. Segue Monza e Brianza con un calo di 3,739. Ma c’è anche chi ha avuto un incremento: è il caso di Monza e Brianza (+0,732), e Pavia (+2,956).

Anche la fascia d’età 15-24 anni il calo della disoccupazione è stato notevole: -10,51%m passando da 37,42% a 26,91%. Infine, tra 18 e 29 anni il calo è stato si 5,88%. La provincia di Cremona primeggia anche in queste ultime due fasce d’età, classificandosi come una di quelle in cui il calo disoccupazionale è stato più elevato. Anche confrontando il tasso di disoccupazione del 2016 con quello di altre realtà lombarde emerge che meglio di noi sono solo Bergamo e Lecco per quanto riguarda la fascia 25-34, mentre nella 15-24 Cremona – con 26,91% – è a circa metà classifica, dopo Pavia, Como, Sondrio, Bergamo e Lecco. Stesso discorso vale per la fascia 18-29: Cremona conta 16,424% di disoccupati e segue Pavia, Como, Lecco e Bergamo.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti