Commenta

Intitolazione di una sala
a Cechi Marazzi nella sede del
Pd a un anno dalla scomparsa

A destra la cerimonia civile di addio a Cechi Marazzi

Il prossimo 1 febbraio ricorre il primo anniversario della scomparsa di Francesca “Cechi” Marazzi, storica esponente della sinistra cremasca. Militò per lunghi nel PCI, dove negli anni ‘70 ricoprì anche l’incarico di segretario di federazione a Crema, prima donna in Italia ad essere eletta in tale ruolo. Consigliere comunale a Crema, si è poi impegnata nel mondo dell’associazionismo, nell’Anpi e nel comitato locale contro la violenza sulle donne.

“Instancabile partigiana dei diritti delle persone e paladina del dialogo”, così l’aveva ricordata il sindaco Stefania Bonaldi il giorno delle esequie.

Una donna forte, fiera, che si è fatta portavoce degli operai, che ha saputo dare un’impronta di altruismo alla politica, che ha amato la cultura e, per tutta la vita, ha fatto della curiosità il proprio punto fermo.

Il Partito Democratico di Crema ne vuole ricordare l’impegno, la passione e la cura per la bella Politica, dedicando alla sua memoria la sala riunioni della sede di via Bacchetta con un’iniziativa che si terrà oggi, giovedì 1 febbraio alle ore 18.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti