Commenta

I sindaci cremaschi:
'Regione, Rfi e Trenord
facciano la propria parte'

“Siamo vicini ai pendolari della tratta ferroviaria che ci collega a Milano e Bergamo e a quanti questa mattina sono rimasti coinvolti nell’incidente di Pioltello. Esprimiamo il nostro profondo cordoglio alle famiglie delle vittime e massima vicinanza a quanti sono rimasti feriti, alcuni molto gravemente, nel deragliamento”. E’ quanto scrivono i sindaci cremaschi in un comunicato unificato diffuso alla stampa.

I primi cittadini del territorio ringraziano le forze dell’ordine, il soccorso sanitario e parasanitario e di protezione civile che sono intervenute sul luogo dell’incidente “prestando aiuto con sollecitudine e grande professionalità”.Le dinamiche del disastro di Pioltello sono ancora in fase di accertamento da parte delle Autorità competenti, che i sindaci invitano ad agire “rapidamente e con la massima attenzione e puntualità”.

Posto tutto ciò gli amministratori locali sottolineano il grande problema “della inadeguatezza dei convogli e delle manutenzioni lungo la tratta Cremona Milano e Cremona Bergamo via Treviglio che ripetutamente abbiamo denunciato, anche dando voce alle segnalazioni del Comitato Pendolari, sia come singoli amministratori sia come Territorio”.

Un problema che va risolto, “una questione di dignità, di rispetto, di responsabilità che a maggior ragione oggi, in una giornata funesta per i nostri pendolari, si pone come ineludibile e motivo di un rinnovato appello a Regione Lombardia, RFI e Trenord perché ciascuno faccia fino in fondo la propria parte”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti