Commenta

Dopo i vandali anche i ladri
in casa parrocchiale: non
c'è pace per don Lorenzo

I malfattori hanno messo a soqquadro la casa del parroco, rubando quanto c'era

Non c’è pace per don Lorenzo Roncali. Dopo le minacce anche i ladri. E’ lo stesso parroco a dirlo, tramite il proprio profilo Facebook.

Una serie di eventi spiacevoli per il sacerdote della parrocchia di San Bernardino. Ad agosto le prime minacce, con scritte sul piazzale della chiesa e sui muri dell’oratorio. Scritte che si sono ripetute nella notte tra Halloween e Ognissanti, in una via del quartiere, sempre con lo stesso tono: “Don te ne devi andare”.

Ieri, mentre il parroco si trovava in commissariato per denunciare i vandali, intorno alle 18.45, dei malfattori si sono introdotti nella casa parrocchiale “devastando tutto – scrive il don sui social – e rubando quanto c’era”.

Dal tono delle parole don Lorenzo, sempre allegro e sorridente, pare avvilito. Ma certamente non gli mancherà il sostegno dei tanti parrocchiani e dei giovani della Diocesi che lo conoscono e da anni apprezzano il suo lavoro. Sono già molti i messaggi comparsi sulla sua bacheca Facebook che lo esortano a non mollare e gli esprimono vicinanza e affetto.

Intanto la polizia ha iniziato le indagini per trovare i vandali autori delle scritte minacciose.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti