Cronaca
Commenta

Il liceo Munari accorpato a Scienze Umane: salva l'autonomia dell'artistico

Dal prossimo anno scolastico 2018/2019 il liceo delle Scienze Umane del Racchetti sarà accorpato con il Munari. Lo ha deciso ieri il Consiglio provinciale, che così facendo, ha salvato l’autonomia del liceo artistico di Crema.
Si passerà infatti dagli attuali 601 studenti a un complesso con 1078 studenti, riequilibrando anche i due istituti in quanto il Racchetti-Da Vinci (che comprende classico, scientifico e linguistico) resterà con circa 1.300 alunni.
Proposta cremasca accolta, dunque. Altra cosa è, invece, la questione dello Stanga. I consiglieri cremaschi hanno trovato, come riporta il sindaco Stefania Bonaldi, “parziale accoglienza”. Ciò che si è ottenuto è un impegno a decidere, definitivamente ed entro un anno, se sia possibile portare la presidenza dell’istituto agrario a Crema, pur mantenendo l’unità della scuola.
“Un impegno ufficiale assunto dalla Provincia, che vedrà partire immediatamente un tavolo tecnico – politico di approfondimento e di successiva decisione – ha spiegato la Bonaldi – che con gli amministratori cremaschi presidieremo, avendo individuato anche il riordino scolastico fra le politiche territoriali dell’Area Omogenea Cremasca”.

© Riproduzione riservata
Commenti