Commenta

Volley B1, l’avventura
dell’Abo Offanengo inizia col
sorriso: 3-2 al Parella Torino

Inizia con una vittoria in rimonta la prima, storica pagina dell’Abo Offanengo nel campionato di B1 femminile. A distanza di quattro mesi e mezzo dalla promozione attraverso i play off di B2, le cremasche sorridono nuovamente al tie break e sempre al PalaCoim, dove questa volta ad arrendersi è stato il Parella Torino nella sfida tra due neopromosse. Sotto 2-1, la squadra di Giorgio Nibbio ha trovato le forze per salire in cattedra nella seconda parte del match, dominando quarta frazione (25-9) e tie break (15-8), mentre in precedenza erano arrivati la beffa del primo parziale (perso 27-29) e un brutto terzo set (16-25) dopo una buona reazione nel secondo (25-20). Attacco (seppur falloso nella prima parte dell’incontro) e battuta hanno spinto l’Abo verso il successo, con una strepitosa Noemi Porzio: per il capitano 27 punti, dei quali 5 con ace. In doppia cifra anche l’opposta Alisa Hodzic (16 punti) e Martina Ginelli, partita in panchina e poi protagonista in posto quattro con 13 punti. Sabato Offanengo sarà di scena ad Acqui Terme contro l’Arredo Frigo Makhymo nella prima trasferta della stagione.
LA PARTITA – L’Abo deve rinunciare all’infortunata Monica Rettani (centrale) e coach Giorgio Nibbio schiera Milani in regia, Hodzic opposta, Porzio e Dalla Rosa in posto quattro, Donarelli e Borghi al centro e Portalupi libero. Parella risponde con la diagonale Bertolotto-Varaldo, con Ortolani e Maiolo in banda, Toure e Simona Fano al centro e Deidda libero.
L’avvio è equilibrato, con Offanengo che fatica a trovare il ritmo in battuta, mentre viceversa è inizialmente brillante nella paziente costruzione del gioco. Il primo break è cremasco (8-6), poi Parella approfitta di due errori in attacco locali e dell’ace di Ortolani per ribaltare la situazione (8-10). La battuta regala la parità all’Abo (ace di Milani per l’11-11), con capitan Porzio che suona la carica in attacco per poi firmare l’ace del sorpasso (13-12). Dalla Rosa griffa il +12 (14-12 e time out Parella), ma il ping pong prosegue, con Torino che ribalta la situazione sul turno in servizio di Maiolo (14-16 e sosta chiesta da coach Giorgio Nibbio). Dentro Ginelli per Dalla Rosa, poi è Hodzic in battuta a rilanciare l’Abo (doppio ace per il 19-18, altro time out piemontese). Il finale è scoppiettante: Parella allunga sul 20-23 con due muri inframezzati dal time out cremasco, poi la mossa tattica di Nibbio (Rancati per Borghi in battuta) ribalta la situazione (24-23). L’arrivo è in volata, con Parella che chiude al quarto set ball con l’ace della nuova entrata Cicogna (27-29).
Nel secondo set, le torinesi trovano il break con il pallonetto di Ortolani e il contrattacco di Varaldo (7-10, time out Nibbio).La risposta dell’Abo è immediata con l’ace di Porzio che annulla il gap (10-10), anche se a più riprese è Parella a mettere la freccia (11-13 e 14-16). Offanengo, però, ribatte colpo su colpo e controsorpassa (17-16) approfittando di due attacchi out di Toure e Ortolani (time out Manno). Il primo tempo di Donarelli regala il +2 alle cremasche (19-17), poi  il turno in battuta di Porzio è stato determinante: dal 20-18 al 24-18 con la complicità di Donarelli e Ginelli (precedentemente entrata per Dalla Rosa), quest’ultima a segno con variazioni nei colpi di attacco. Morale: 25-20 e un set pari.
L’avvio del terzo set, però, è nebuloso per le ragazze di Nibbio, subito in difficoltà (1-5 e time out e 2-8 con muro di Ortolani). A svegliare l’Abo è il turno in battuta di Ginelli (5-8), con il muro di Hodzic per il -2 (8-10), ma due errori in attacco di Rancati (entrata per l’opposta di origini croate) fanno scappare Parella (11-15). Rientra Hodzic, ma Porzio attacca in rete per l’11-16 (time out Nibbio). Offanengo è in difficoltà (11-18), entra Dalla Rosa per Ginelli, poi il capitano neroverde si riscatta in attacco, ma non basta, con Torino che vola sul 16-25 e di conseguenza sul 2-1 a proprio favore.
Ben diversa, invece, la musica in avvio di quarto set, con l’Abo che riparte con piglio differente (3-0 con parallela potente di Hodzic). L’ace di Varaldo rilancia Parella (4-3), ma Ginelli e Porzio ristabiliscono le distanze, con l’Abo che trova il +4 in battuta (8-4 e time out Manno). Ancora Noemi picchia forte da posto quattro, prendendo per mano Offanengo che scappa sull’11-5 (secondo time out avversario). Donarelli fa male in primo tempo e così la squadra di Nibbio prende il largo (13-5), aumentando il divario con il turno in battuta di Milani (17-5). Dai nove metri, il colpo di grazia lo dà Porzio, così l’Abo vola comodamente verso il 25-9 e il tie break.
Nel set corto, le neroverdi di casa ripartono di slancio: muro ed ace di Porzio e attacco vincente di Hodzic per il 3-0. Parella si affida a Varaldo per riaprire la contesa (attacco ed ace per il 4-3), ma gli errori di Ortolani e della stessa opposta rilanciano l’Abo (7-3, time out Torino). Le piemontesi reagiscono grazie al muro (7-5 e time out Nibbio), ma Offanengo è implacabile, volando sull’11-6. Hodzic mette giù il pallone del 12-6, poi il cammino è in discesa: 15-8.
L’ANALISI DI COACH GIORGIO NIBBIO – “Sono due punti positivi – afferma il tecnico dell’Abo Offanengo Giorgio Nibbio – l’esordio è sempre un match particolare e continuiamo sull’onda del pre-campionato, con cinque set e tanto carattere. Abbiamo avuto tanti alti e bassi, abbiamo commesso molti errori, ma nel quarto e quinto set la squadra è stata molto brava, giocando un’ottima pallavolo senza mai mollare. Bene così e ora continuiamo a lavorare”.

© Riproduzione riservata
Commenti