Ultim'ora
Commenta

Comune di Crema e Ance:
collaborazione per il rilancio
delle imprese locali

Dialogo aperto per rilanciare l’edilizia, tutelare e valorizzare le imprese locali, riqualificare le aree dismesse e avviare il primo cantiere didattico in città. A settembre nuovo incontro per il sottopasso di viale Santa Maria

Lunedì 31 luglio a palazzo Municipale il Sindaco Stefania Bonaldi, l’Assessore alla pianificazione territoriale Matteo Piloni e l’Assessore ai lavori pubblici Fabio Bergamaschi hanno incontrato i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili della Provincia di Cremona. Presenti  il vicepresidente di ANCE Cremona Gianfranco Ciboldi, il segretario Laura Maria Secchi, i consiglieri Giovanni Bettoni, Massimo Vago e Silvano Gambarini.

Tra gli argomenti trattati in sede di riunione, la possibilità di stilare una convenzione tra il Comune di Crema e ANCE Cremona per l’avvio di un cantiere didattico in città in collaborazione con la Scuola Edile Cremonese, che si occupi di interventi di manutenzione a beneficio pubblico. Dai referenti dell’Associazione provinciale giunge l’invito a valorizzare le imprese del territorio – nei limiti delle corrette regole di aggiudicazione – specie nelle procedure negoziate sotto soglia.  Sono state inoltre suggerite indicazioni tecniche nella redazione dei bandi di gara al fine di tutelare le imprese edili dalla concorrenza sleale, nel rispetto del principio di competitività, per garantire la massima partecipazione.  ANCE Cremona ha sottolineato infine la propria disponibilità ad affiancare l’Amministrazione comunale nel dialogo con le proprietà di aree cittadine da riqualificare, un passaggio strategico per raggiungere accordi che consentano di sbloccare aree ferme da decenni.

“E’ stato un incontro molto costruttivo, svolto in un clima sereno e collaborativo – commenta il Sindaco – Abbiamo molti obiettivi comuni, dare nuovo impulso all’edilizia significa consentire la ripresa e il nuovo avvio di cantieri, quindi far lavorare le imprese locali; ciò genera ricadute e benefici per la nostra gente e la nostra comunità. Abbiamo toccato temi molto concreti: ANCE Cremona si è resa disponibile ad affiancarci anche per studiare nuove formule di collaborazione e linee di azione per il recupero e rilancio di aree cittadine dismesse. A settembre ci sarà occasione di trovarci nuovamente per una più puntuale disamina dello studio di fattibilità per la realizzazione del sottopasso di viale Santa Maria, che anche l’Associazione, in accordo con l’Amministrazione comunale, considera la priorità fra le “grandi opere” da realizzare nell’arco del prossimo quinquennio”

© Riproduzione riservata
Commenti