Cronaca
Commenta

Caldo e afa: 'Lucifero' a Crema sfiora i 38°

La morsa di ‘Lucifero’ ha iniziato a farsi sentire in tutta Italia. L’esteso campo di alta pressione di origine subtropicale, alimentato da aria molto calda dal nord Africa coinvolge anche la Lombardia e persisterà diversi giorni, mantenendo condizioni di tempo soleggiato ma con forte disagio da calore su tutta la regione. Le temperature in alcuni casi potranno raggiungere e superare i 40° in pianura e il disagio verrà accentuato dagli elevati tassi d’umidità, con condizioni diffusamente afose.

A Crema nei prossimi giorni si sfioreranno i 38° (42° percepiti)  e, chi può, prepara le valigie per rifugiarsi nei luoghi di villeggiatura. E chi rimane in città? I consigli restano sempre gli stessi: bere molta acqua (possibilmente non frizzante), evitare alcolici, bevande zuccherate cibi pesanti. I bambini e gli anziani dovrebbero astenersi dall’uscire nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 18) e comunque munirsi sempre di cappello.

Ok a ventilatori e condizionatore, ma con criterio: le pale mai addosso, specie se si è sudati, mentre il condizionatore andrebbe mantenuto a 5-8° in meno rispetto alla temperatura esterna per evitare sbalzi di temperatura.

Tra giovedì e sabato è previsto il picco di ‘Lucifero’. Terminato il weekend l’aria dovrebbe tornare ad essere più respirabile.

ab

 

© Riproduzione riservata
Commenti