Commenta

Caos nella Lega: salta il
segr. prov. 'Volpini non ha
più la fiducia del direttivo'

Dopo Forza Italia anche la Lega Nord finisce nel caos post-elezioni. Hanno infatti rassegnato le dimissioni il Vice Segretario Provinciale Andrea Bombelli, insieme ai Consiglieri Palmiro Bibiani, Marco Bonetti, Walter Cerioli, Alberto Torazzi, e Daniele Boiocchi. 

“Una scelta che provoca il venire meno della maggioranza legale del direttivo guidato da Raffaele Volpini“. Un’azione di sfiducia rivolta al segretario provinciale, maturata in seguito a una “profonda riflessione e di non facile scelta. Ripetutamente si è chiesto di soprassedere da comportamenti che sarebbero potuti sfociare in insanabili divergenze all’interno del direttivo. Ma tant’è”.

Una fiducia, a quanto raccontano gli ormai ex membri del direttivo, che è venuta a mancare da entrambe le parti e che ” deve necessariamente sussistere tra i militanti e chi è chiamato a ricoprire ruoli dirigenziali nel patito. Volpini, infatti, ha deciso di non ascoltare la voce della maggioranza, inerpicandosi su di un’impervia via che ci ha visti costretti, nostro malgrado, a prendere questa scelta”.

La decisione è pare essere maturata tempo fa, ma “per senso di responsabilità verso la Lega abbiamo indugiato fino al termine delle elezioni amministrative di Crema. Ora però la coscienza ci ha imposto di agire. La decisione ha altresì incontrato il parere positivo della larga maggioranza dei militanti del territorio. La Lega Cremasca esprime dunque soddisfazione per l’attenzione che la Segreteria Regionale ha voluto dare alle sue richieste e attende con la massima fiducia che la stessa ponga in essere tutti i più idonei provvedimenti per superare celermente questa fase di transizione”.

Ma la smentita della Lega Lombarda non si è fatta attendere. E’ vero che “si sta verificando l’operatività della segreteria provinciale cremasca  e la sua attività sul territorio in funzione del referendum per l’autonomia della Lombardia del prossimo 22 ottobre, obiettivo prioritario per il nostro movimento”, ma non per sfiducia nei confronti di Volpini, bensì per le difficoltà dello stesso nella gestione della segreteria a causa di frequenti viaggi lavorativi all’estero. “tale verifica non ha alcuna attinenza con le estemporanee dichiarazioni odierne di un esiguo numero di militanti che hanno rassegnato le proprie dimissioni dal direttivo provinciale, dimissioni ininfluenti per quanto concerne l’eventuale decadenza del segretario provinciale e del relativo direttivo. Eventuali decisioni saranno assunte, dopo le debite valutazioni, solo in conseguenza dei problemi lavorativi del segretario provinciale Volpini e non certo per le dichiarazioni squisitamente personali, e infondate, di pochi militanti della Lega Cremasca”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti