Un commento

Stanghellini: 'Tornare in
Rifonda dopo questo suicidio
per aggiustare le cose'

“Quello del Prc  è stato un suicidio”. Non le manda a dire Renato Stanghellini, voce storica di Rifondazione Comunista a Crema: “Sono uscito dal partito dopo la decisione di non appoggiare la candidata Stefania Bonaldi, perché la ritenevo una scelta scellerata. E avevo ragione”.

Rifonda è fuori dalla maggioranza, ma non solo, “non abbiamo alcun rappresentante in Consiglio comunale; e questo è un fatto grave”. Ma Stanghellini non ha intenzione di restare con le mani in mano: ha fatto richiesta alla dirigenza del partito di riavere la tessera. “Voglio rientrare, ora che la questione ‘amministrative’ si è conclusa, per cercare di risanare le ferite interne e aprire nuovamente un dialogo con l’Amministrazione Bonaldi, con la città e con le associazioni”. Non mancherà uno sguardo al futuro: “Presto ci saranno le regionali, dobbiamo decidere cosa fare ‘da grandi’”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Lottaroli

    Per come la vedo ,per rilanciare rifondazione è indispensabile che Tu ed anche altri stiate alla larga dal partito.