Commenta

Elezioni, Pisapia a Crema per
la Bonaldi: 'Stefania merita
di governare altri 10 anni'

A sinistra Bordo, Pisapia, Bonaldi, Galmozzi. A destra, il pubblico in sala Ostaggi

Stefania è un bravo sindaco, perché cambiarla? Merita di governare per altri 10 anni”. Questo l’endorsement di Giuliano Pisapia, ieri sera, di fronte ad una Sala Ostaggi gremita, nei confronti del sindaco uscente. “Conosco bene Crema, fosse anche solo per i messaggi che Attilio Galmozzi mi invia per tenermi aggiornato – ha proseguito l’ex primo cittadino di Milano – Stefania ha lavorato bene, è giovane, entusiasta, onesta, che ascolta la gente. Sembra banale, ma perché mai non bisognerebbe riconfermarla?”.

Il leader di “Campo progressista” ha speso per la Bonaldi parole di incoraggiamento e stima, ricambiata, quest’ultima, durante l’intervento del sindaco stesso: “Nel tuo progetto, Giuliano, vedo la voglia di una sinistra unita e costruttiva, che necessita di leader e non di ‘spaccamondo’. Abbiamo bisogno di questo, a Crema come in Italia”. Una sinistra, dunque, unita eccezion fatta qui in città, per Rifondazione comunista, che ha deciso di prendere una strada ‘in solitaria’. “Una scelta che non riesco a comprendere – ha sottolineato Franco Bordo – e che reputo grave quando penso che non saranno date indicazioni di voto in caso di ballottaggio, rischiando così di lasciare la città in mano al centrodestra”. E a proposito di destra, il parlamentare di “Articolo 1” ha speso qualche parola anche riguardo la scuola di Cl, ricordando che “l’incapacità e la furbaggine dei personaggi che oggi tornano sulla scena politica cremasca gravano ancora sulle tasche dei cittadini”.

“Ho sempre guardato a Stefania come un sindaco forte, che sa fare gruppo, mettendo il ‘noi’ prima dell”io’, che riesce a valorizzare i giovani senza rottamare l’esperienza e sa ascoltare le necessità dei cittadini guardando anche al futuro – ha proseguito Pisapia – basti pensare all’enorme lavoro fatto sulle società partecipate o all’istituzione del registro delle unioni civili, che dal basso, con altri comuni in Italia, hanno spinto il legislatore nazionale a prendere posizione”.

“Sono certo che a Crema si riuscirà a vincere il populismo e il centrodestra, perché i cremaschi già una volta hanno fatto la scelta giusta. Vai avanti, Stefania”, ha concluso.

Ambra Bellandi

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti