Commenta

Austroungarico: dalla
Fondazione un bando
per l'utilizzo estivo

Un esperimento per far rivivere l’austroungarico, in attesa dei bandi per i progetti degli interventi più strutturali. Ci ha pensato la Fondazione San Domenico che da questo mese, formalmente, ha preso in carico la gestione dell’ex area mercatale cittadina.

“Aspettando l’autunno abbiamo pensato di iniziare a vivacizzare l’Austroungarico, così da abituare i cremaschi a fruire di questo luogo”, ha spiegato il presidente della Fondazione Peppino Strada. Da ieri sera, infatti, sul sito internet della Fondazione è presente un bando di gara per chiunque avesse un progetto continuativo e unico che preveda l’utilizzo del mercato nei mesi estivi, dal 15 maggio al 15 settembre.

Nessun vincolo per la tipologia di proposta: da commerciale ad artistica passando per la ristorazione. Le proposte, corredate da uno schema di progetto rispettoso dei vincoli esistenti e delle normative vigenti, e contenenti gli estremi della offerta, dovranno pervenire alla segreteria della Fondazione entro lunedì 8 maggio 2017. I progetti presentati dovranno consentire di rispettare le concessioni d’uso già sottoscritte dall’Amministrazione Comunale per il medesimo periodo.

“Lo spirito di questa Amministrazione era quello di rendere la convenzione operativa al più presto” ha detto il sindaco Stefania Bonaldi; cui hanno fatto eco le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Bergamaschi: “L’obiettivo era e deve essere quello di una riqualificazione strutturale; i passi compiuti a livello burocratico per ‘sbloccare’ il mercato Austroungarico sono stati importantissimi – e ha aggiunto – Nel frattempo la logica della Fondazione è quella di non lasciarlo nell’anonimato, ma di iniziare a restituirlo ai cremaschi, che potranno iniziare a godere di questo meraviglioso spazio”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti