Commenta

Undici rapine in un mese
Colpo anche a Pandino
per la coppia arrestata

Avevano messo a segno una rapina anche a Pandino, i banditi che sono stati incastrati nel piacentino dai carabinieri di Fiorenzuola dopo l’ultimo colpo il 4 febbraio scorso al supermercato IN’S di Pontenure. I due, pistola in pugno e con indosso una maschera, avevano minacciato la cassiera e si erano fatti consegnare l’incasso. Ma erano stati intercettati dai militari durante la fuga a bordo di una Giulietta che avevano preso a noleggio e alla quale avevano sostituito le targhe. Ora, al termine delle indagini, è emerso che i due, Eros Zizzari ed Emanuele Viavattene di 28 e 32 anni, residenti nel pavese, con alle spalle una sfilza di precedenti per rapina e in carcere dalla sera del colpo di Pontenure, sarebbero gli artefici di altre 11 rapine andate a segno e di due tentate per un bottino di 60mila euro. Tra i colpi riusciti, anche quello del 16 gennaio scorso all’Ld di via Negri a Pandino. Uno dei rapinatori era entrato armato di pistola con indosso una maschera di carnevale. Aveva minacciato la cassiera dalla quale si era fatto consegnare il bottino e poi si era allontanato per raggiungere il complice. Altre rapina, la coppia di malviventi le avrebbero commesse dal 3 gennaio al 4 febbraio a Noviglio (Mi), Palazzago (Bg), Merone (Como), Asola (Mn), al Famila di Castelsangiovanni avrebbero tentato di portare a termine un colpo ma il supermercato era chiuso, Inverigo (Co), Fidenza (Pr), Goito (Mn), Gonzaga (Mn), Spinetta Marengo, Chignolo Po e infine Pontenure. La loro base operativa era in un agriturismo del milanese.

© Riproduzione riservata
Commenti