Sport
Commenta

Crema si impone agli over time e ipoteca i play-off

È stata una impresa epica. Nella 13esima giornata del girone di ritorno la Pallacanestro Crema respinge l’arrembaggio di una Alto Sebino, sì abile ma con notevoli aiuti nella prima metà della partita, e conquista matematicamente i play-off. Il match è iniziato tutto in salita per gli uomini di coach Baldiraghi, apparsi in difficoltà davanti ad una formazione tanto aggressiva quanto precisa e letale. Ad appannaggio dei cugini bergamaschi infatti sia la prima che la seconda frazione di gioco. Rientrati in campo dopo la pausa lunga sul parziale negativo di 31 a 41, i leoni cremaschi hanno serrato le fila e stretto i denti, aumentato il passo ad un ritmo non sostenibile dagli avversari. Il risultato si è subito notato: in 3’53’’ la partita è stata ribaltata ed un preciso tiro di Liberati ha segnato il sorpasso cremasco. Da qui in avanti la superiorità dei padroni di casa è stata netta ed indiscutibile. Grazie ad una grande prestazione di squadra, i leoni in rosa nero hanno dettato il loro gioco. Nemmeno la momentanea riscossa bianco blu sul finire dei 40’ regolamentari, che ha costretto i nostri a giocarsi il tutto per tutto all’overtime, ha messo in discussione una vittoria apparsa, alla fine di 45’ combattutissimi minuti, netta e meritata. Archiviata con una sudata vittoria la pratica contro Alto Sebino, la Pallacanestro Crema, con ancora due partite da giocare, può tirare il fiato e finalmente festeggiare il raggiungimento di entrambi gli obiettivi della stagione: quello primario della salvezza e quello secondario dei play-off. Obiettivo di prestigio che darà anche quest’anno lustro alla compagine guidata dal presidente Simone Donarini che, al primo anno alla guida dei leoni, è riuscito a portare la squadra a giocarsi il salto di categoria con le grandi del campionato e perché no, a buttare il cuore oltre l’ostacolo e sognare in grande. Nella 29° e penultima giornata di campionato i leoni saranno impegnati contro la Pallacanestro Vicenza, ex squadra di Marco Pasqualin. Partita che, potranno sì giocarsi a mente più serena e rilassata, ma senza abbassare comunque la guardia per evitare un brutto colpo di coda.

© Riproduzione riservata
Commenti