Commenta

Vescovo: l'abbraccio degli
scout e l'incontro con gli
amministratori

Terminata la messa in Duomo, il vescovo si è affacciato alla finestra del palazzo vescovile; poi è sceso in piazza, dove gli scout cremaschi l’hanno accolto con un caloroso abbraccio.

Una realtà che monsignor Gianotti conosce molto bene, in quanto è stato assistente spirituale scout per 25 anni. I ragazzi hanno intonato il saluto del gruppo e hanno donato al nuovo vescovo la “promessa”, cioè il fazzoletto blu rosso e bianco che tutti gli scout portano al collo.

Dopo aver salutato la delegazione emiliana all’oratorio del Duomo, il monsignore si è recato nella Sala degli Ostaggi per incontrare gli amministratori del territorio e i rappresentanti delle forze dell’ordine. “Sento che sono benvoluto in questa città – ha esordito – Io sono uno straniero, per questo vi chiedo di aiutarmi a capire la cultura e la tradizione del Cremasco, ma soprattutto a incontrare le persone. Sono certo che saprete guidarmi; conto su di voi. Come ha detto il sindaco creiamo un ponte solido basato sulla fiducia e l’amicizia”.

Al termine molte strette di mano e un brindisi di benvenuto in Galleria.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti