Commenta

Successo per
il concerto della
Banda di Ombriano

Grande successo per il concerto della Banda di Ombriano. In una cornice suggestiva quale è la chiesa parrocchiale del quartiere, il presidente Antonio Zaninelli ha sottolineato la collaborazione ed il sostegno che la Banda sempre offre alle associazioni benefiche del territorio cremasco ed infatti ieri sera le offerte raccolte venivano devolute alla Società Ergoterapeutica Artigianale di Crema.

Nel programma del concerto si sentiva l’impronta del direttore Eva Patrini, pezzi vivaci, di carattere, gagliardi, nei quali tuttavia non manca un tocco di dolcezza, come nel bellissimo Valzer di Tchaikovski dalla Bella Addormentata. Notevole poi è stato il brano espressamente scritto per banda Orient Express di Philip Sparke. Richiamo doveroso al periodo quaresimale è stata l’esecuzione dell’imponente Dies Irae di Verdi, suonato con forza e impeto: il suono deciso e squillante degli ottoni ci ha riportato alla religiosa riflessione del Giudizio finale. Gustosa la scenetta che ha accompagnato l’esecuzione di Sandpaper Ballet, bello come sempre riascoltare le colonne sonore di celebri film, la calda melodia di Out of Africa, i temi de La Bella e la Bestia, i ritmi vorticosi di The Great Race. Ha chiuso il concerto Galop di Khachaturian.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti