Cronaca
Commenta

Approfittava dei permessi per fare spese: dipendente comunale sospesa 6 mesi

Sospesa per 6 mesi dalle funzioni e dallo stipendio la dipendente comunale che ha approfittato dei permessi della legge 104.

La donna era stata posta sotto sorveglianza dalla guardia di finanza, che l’aveva trovata persino a fare shopping in centro città, mentre avrebbe dovuto trovarsi a Lodi per assistere la zia malata.

“È stato immediatamente avviato un procedimento disciplinare e la dipendente è stata sentita sulle circostanze che avevano causato i  gravi fatti contestati; a seguito di ciò e delle risultanze, anche di carattere personale e di fatto emerse nel corso del procedimento, l’Amministrazione ha assunto una posizione di assoluta fermezza, irrogando una severa sanzione disciplinare”.

“È da tempo, tuttavia, che l’Amministrazione comunale, coordinandosi con altre istituzioni del territorio, pone grande attenzione sul rispetto delle norme  di comportamento dei pubblici dipendenti, anche al fine di evitare disparità di trattamento e situazioni di opacità che non possono essere comunque tollerate. A questo proposito, va in ogni caso detto che  il Comune di Crema ed il personale da esso dipendente sono assolutamente estranei a quei fatti di malcostume (i cosiddetti furbetti del cartellino) che hanno interessato alcune amministrazioni locali, danneggiandone seriamente l’immagine, ed in primo luogo di quei lavoratori – che sono l’assoluta maggioranza – che svolgono con impegno e serietà le proprie mansioni”.

© Riproduzione riservata
Commenti