Commenta

M5s, il candidato è Cattaneo
Toninelli: 'Ci presentiamo
pronti, con umiltà e tenacia'

Da sinistra Toninelli, Di Feo, Cattaneo, Boldi, Violi. A destra il candidato sindaco

Sarà Carlo Cattaneo, classe 1989, il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle. Laureato in Beni Culturali, ha lavorato all’estero come archivista storico, ma è sempre rimasto vicino al Movimento Cremasco, incrementando la propria presenza dallo scorso agosto, quando è tornato in Italia. E’ stato eletto dai cosiddetti ‘grandi elettori’ 5 Stelle del territorio con il 60% di preferenze. “Sono molto soddisfatto – le prime parole del candidato a primo cittadino – perché sono stato scelto da un gruppo solido che lavora da 7 anni sul territorio”.

“Se riuscissi a ricoprire la carica di sindaco la prima cosa che farei è cercare soluzioni per i disastri delle precedenti Amministrazioni”, ha detto Cattaneo, che pare avere le idee molto chiare. “Ho sempre visto in Crema enormi potenzialità, che le Giunte degli ultimi anni non sono state in grado di valorizzare”.

Parole d’ordine saranno dialogo e partecipazione, “cioè l’opposto di quanto fatto dall’Amministrazione uscente, che ha ignorato i cittadini. Noi, invece, vogliamo dialogare con loro”.

“Carlo rappresenta il rinnovamento che, ad ogni livello, il Movimento 5 Stele mette in pratica, senza bisogno di sgomitare per spartirsi le poltrone”, ha affermato Alessandro Boldi, capogruppo in Consiglio comunale. “In questi anni, con Christian Di Feo, abbiamo lavorato per comprendere come funzioni la macchina amministrativa, ma non siamo mai stati solo noi due”. E infatti Di Feo ha sottolineato “la partecipazione fattiva del Gruppo, non solo alle Commissioni, ma per lo scambio di idee, cittadini che hanno seguito l’attività politica della città”.

Presenti in conferenza stampa anche il deputato Danilo Toninelli e il consigliere regionale Dario Violi. “La nostra presenza qui vuole attestare il filo diretto che esiste, nel Movimento, tra le Amministrazioni comunali, i rappresentanti regionali, quelli nazioni ed anche europei. Non decideremo mai noi per il territorio – ha concluso Viola – ma la nostra mano sarà sempre tesa a supporto della squadra comunale”.

Parole cui hanno fatto eco quelle di Toninelli, che ha aggiunto: “Questo gruppo ha un’esperienza, non stiamo improvvisando. E non c’è solo la parte politica, ma anche un supporto tecnico di esperti in vari settori del diritto”.

Niente alleanze, ma Cattaneo non esclude affatto il dialogo e la collaborazione con altre forze politiche, “qualora vi siano  linee di principio compatibili con le nostre”.

I cremaschi potranno conoscere meglio il candidato 5 Stelle già da sabato mattina, perché i grillini hanno previsto una serie di banchetti (e non solo), tramite i quali, assicurano, saranno “attivi sia in questa fase preliminare che durante la campagna elettorale vera e propria che si terrà presumibilmente nel mese di maggio”.

“Carlo è una risorsa per Crema – ha concluso Toninelli – Siamo certamente una forza politica che deve imparare, ma non siamo incapaci. Ci presentiamo pronti, con umiltà e tenacia”.

Non è ancora stata presentata la squadra che scenderà in campo con Cattaneo, quel che è certo è che i consiglieri uscenti Boldi e Di Feo non saranno in lista, pur continuando a contribuire al lavoro del gruppo 5 Stelle, “mettendo a disposizione l’esperienza consiliare dell’ultimo quinquennio”. Il programma è alle battute finali della stesura e, come ha rimarcato Cattaneo “E’ fatto dai cittadini per i cittadini, e sempre aperto a raccogliere esigenze più care ai cremaschi”.
Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti