Cronaca
Commenta

Ferrovie, Bergamaschi a Toninelli: 'Con il comitato pendolari alleanza prolifica'

“Quando si è troppo impegnati negli affari romani, distratti dagli imbarazzi della Giunta Raggi, forse si perde il contatto con la realtà del territorio che si dovrebbe rappresentare”. Inizia così Fabio Bergamaschi, assessore alla Mobilità del Comune di Crema, la replica all’attacco del parlamentare 5Stelle Danilo Toninelli, che ieri ha accusato la Giunta Bonaldi di aver fatto poco o nulla in favore dei pendolari cremaschi.

L’assessore ricorda all’onorevole che “non servirebbe particolare attenzione per accorgersi del fatto che, per esempio, solamente una settimana fa il passaggio a livello di Santa Maria è rimasto chiuso al traffico per giorni a causa di un cantiere di Rfi per lo svolgimento di lavori di manutenzione straordinaria della tratta, di messa in sicurezza e di velocizzazione degli scambi”. Bergamaschi difende poi C.Re.M.A. 2020, premiato da Anci come miglior progetto sulla mobilità sostenibile del 2016, che Toninelli accusava sarebbe rimasto “solo sulla carta”: “E’ in fase di gara – ha spiegato l’assessore – e in primavera vedrà avviare il cantiere. Proprio grazie allo sviluppo di questo progetto, Fsi si è impegnata nero su bianco, con un accordo di programma che vede coinvolta la stessa Regione Lombardia, ad investire almeno 4 milioni di euro per la messa in sicurezza della stazione e la manutenzione straordinaria della linea che interessa il nostro territorio; il tutto con un cronoprogramma perfettamente rispettato, come attesta il cantiere anzidetto”.

Bergamaschi sottolinea anche la stretta collaborazione portata avanti con il Comitato Pendolari Cremaschi, ” partner che reputiamo strategico per le rivendicazioni relative ai bisogni del territorio, ma ancor prima per l’elaborazione di una visione condivisa. Ne sono nati incontri congiunti e tavoli tecnici in Regione aperti grazie soprattutto alla collaborazione del Consigliere Regionale Agostino Alloni. Tutti appuntamenti ai quali il Comitato ha preso parte”, e non manca di rimarcare che, ai tavoli di concertazione ” non si è vista traccia del deputato cremasco Danilo Toninelli, né di alcun esponente locale del Movimento 5 stelle, il cui apporto alla causa pare quindi soltanto ridursi alla polemica di un comunicato stampa estemporaneo, disinformato e propagandistico. Una propaganda che però, immagino non attecchisca presso i pendolari cremaschi, che ben sanno distinguere tra chi si prende in carico fattivamente i loro problemi e chi si butta incautamente nella mischia elettorale.”

© Riproduzione riservata
Commenti