Sport
Commenta

Pallacanestro: il cuore non è bastato ai cremaschi Piacenza 82 – Crema 73

Il cuore e l’orgoglio non sono bastati alla Pallacanestro Crema ad avere la meglio su di una delle quattro corazzate del campionato. Nell’anticipo di sabato gli uomini di coach Baldiraghi, ospiti della Bakery Piacenza, lottano come leoni ma non riescono nell’impresa di portare a casa i 2 punti contro i blasonati emiliani. La partita è iniziata subito in salita per i cremaschi, ancora fiaccati dagli infortuni, con Piacenza che ha violato per prima la retina del canestro dopo 20 secondi con Rezzano, a cui ha ben risposto De Min al secondo 34. Sempre di Rezzano il tiro da 3 che ha dato il via al vantaggio piacentino che, aumentando minuto dopo minuto, è arrivato fino a +16 al suono della sirena. Rientrati dopo il mini break i cremaschi hanno saputo fare quadrato, dimostrando di che pasta sono fatti e dando diversi grattacapi ai padroni di casa. Il segnale che i leoni avevano alzato la testa era stato lanciato. Minuto dopo minuto i nerorosa hanno eroso come un fenomeno carsico il divario che li separava dalla blasonata padrona di casa fino al minuto 37, quando uno scatenato Davide Liberati, top scorer cremasco con 27 punti, con una sberla da 3 riportava la squadra a 3 lunghezze, con meno di 3 minuti da giocare ed il sogno di sbancare il palazzetto dello sport di Piacenza ad un passo dalla realizzazione. Sogno rimandato al prossimo campionato poiché, ricompattatasi e ripresasi dalla zampata ricevuta dai cremaschi, la Bakery ha saputo riprendere il largo non senza difficoltà fino al suono finale della sirena, che ha decretato la sconfitta con onore degli uomini targati #NOVIOLENZACONTROLEDONNE. Il cuore non è bastato ai cremaschi: Bakery Piacenza 82 – Pallacanestro Crema 73

© Riproduzione riservata
Commenti