Cronaca
Commenta

La prima intervista a don Daniele Gianotti, 28esimo vescovo della diocesi

Don Daniele Gianotti, nato a Calerno il 14 Settembre 1957, secondo di quattro tra fratelli e sorelle, battezzato il 22 Settembre 1957; cresimato l’11 Giugno 1966 da monsignor Gilberto Baroni. Nell’Ottobre del 1968 è entrato nel Seminario vescovile di Reggio Emilia, frequentando la Scuola media “Amedeo d’Aosta” e poi il Liceo Classico “Ariosto”.

Dopo l’esame di maturità, nell’Ottobre 1976 è stato inviato a Roma per iniziare gli studi teologici; abitando nel Collegio Capranica (dal 1976 al 1985), ha seguito gli studi di filosofia e di teologia all’Università pontificia Gregoriana (1976-1981), e poi gli studi di patristica all’Istituto Patristico “Augustinianum” (1981-1985), conseguendo la Licenza in Teologia e Scienze patristiche (1983) e successivamente il Diploma nelle stesse discipline (1984). Durante gli anni della permanenza a Roma, ha prestato servizio pastorale presso la parrocchia “S.Gregorio Magno” alla Magliana.

E’ stato ordinato diacono il 12 Settembre 1981 e poi prete il 19 Giugno 1982 a Calerno. Nel 1988 è stato nominato Canonico della Cattedrale.

Nell’Ottobre del 1985 ha iniziato l’insegnamento presso lo Studio Teologico Interdiocesano di Reggio Emilia, di cui è stato anche segretario e direttore. Nel corso degli anni ha avuto vari incarichi di servizio diocesano: assistente scout; Segretario del Consiglio Presbiterale (1990-1998); Vicario episcopale per la pastorale (2000-2005); Direttore dell’Ufficio liturgico diocesano (1995-2000; conserva tutt’ora l’incarico di incaricato diocesano per la musica sacra); responsabile per la formazione permanente dei preti giovani (2001-2006). Per oltre vent’anni è stato responsabile della Biblioteca del Seminario di Reggio Emilia.

Dal 1996 al 2005 è stato responsabile, in collaborazione con la Caritas diocesana e il Centro Missionario, per il “Progetto Amahoro” in Rwanda; negli stessi anni ha collaborato con l’organismo Reggio Terzo Mondo per la formazione dei volontari inseriti nei progetti di cooperazione internazionale.

Oltre a continuare l’insegnamento a Reggio nello Studio Teologico e nell’Istituto superiore di scienze religiose, nonché all’Istituto diocesano di musica e liturgia, nel 2004 ha incominciato a insegnare presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna a Bologna, dove ha conseguito anche il dottorato in teologia (2010) ed è docente stabile dal Marzo 2011; dal Gennaio 2014 è anche Vicepreside della Facoltà.

Nel 2010 ha iniziato la sua collaborazione pastorale nell’unità pastorale di Bagnolo in Piano, Pieve Rossa, San Michele e San Tommaso. Il vescovo Massimo Camisasca nel 2013 l’ha nominato delegato vescovile per il Consiglio presbiterale e il Consiglio pastorale diocesano.

Fa parte del comitato di redazione della Rivista di teologia dell’evangelizzazione e della rivista Parola Spirito e Vita, ed è stato membro del comitato scientifico della rivista “Ad gentes”.

Nel 2015 il Vescovo Massimo Camisasca lo chiama a guidare la nostra Unità Pastorale in sostituzione di don Bogumil Krankowski. Gestisce in prima persona il blog personale www.dgianotti.it

© Riproduzione riservata
Commenti